La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Chicago

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI


02/03/2005
Audience poco da Oscar


08/11/2007
Dal Tip-Tap al Rock & Roll: l'evoluzione di un genere da Fred Astaire a John Lennon

..............................

Chicago

(Chicago)

Film del: 2002     Genere: Commedia / Costume / Drammatico / Musicale
Durata: 113 minuti   


Roxie e Velma si ritrovano in prigione accusate dello stesso omicidio. La carriera di Roxie vola grazie alla notorietà acquisita con il patrocinio dell'avvocato Billy Fliyn, ma le cose sono destinate a cambiare.


Trama:

Chicago anni '20. Roxie Hart, illusa da un uomo che le promette di farla entrare nello showbiz dalla porta principale e che invece si rivela un imbroglione. Roxie lo uccide e viene incarcerata nella stessa cella di Velma Kelly, starlette osannata dalla stampa di Chicago - finita in prigione per l'omicidio di sua sorella e di suo marito, dopo aver scoperto una relazione tra i due. Grazie all'avvocato Billy Fynn, più avvezzo alle pubbliche relazioni che alle arringhe in tribunale, Roxie guadagna terreno sui giornali fino a scalzare il successo di Velma. Ma si sa che il mondo è pieno di giovani carine pronte a tutto per raggiungere l'Olimpo, e Roxie e Velma dovranno unirsi contro la minaccia di Go-to-Hell Kitty.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Chicago

A chi, come me, ha amato il cinema di Bob Fosse, Chicago non può non piacere. Tratta da un musical “storico”, coreografato da Fosse per l’appunto, la storia del film è quella di Roxy che un giorno uccide il suo amante e finisce in galera. Qui si rivolge a Billy Flinn, avvocato costosissimo, il quale accetta il caso soltanto per continuare a tenere alto il suo nome (non ha mai perso una causa!). Roxy, vista la popolarità del suo avvocato ne approfitta per prendere il treno del successo. Ma si sa come vanno le cose…
Il film è una parabola sull’effimero valore del successo. Qui tutti sembrano inseguire quell’attimo di gloria, per potersi sentire i più grandi. Ma i giornali che pompano i personaggi hanno anche il potere di sgonfiarli. Un po’ quello che succede oggi, che il successo è solo questione di moda.

Ve lo ricordate All that Jazz di Bob Fosse (c’era uno strepitoso Roy Scheider), in quel suo mescolare realtà e sogno per rendere la vita uno spettacolo? Proprio da lì è partito Rob Marshall, il regista del nostro film: All that Jazz è il pezzo che apre e chiude il film. Ovviamente oltre al brano c’è molto del linguaggio cinematografico del compianto regista – coreografo di Cabaret. Ma oltre a lui ci sono altri piccoli rimandi – omaggi al cinema musicale di tutti i tempi, Elvis e “Jailhouse rock”, Marilyn e “Diamonds are a girl’s best friends” (tra l’altro la bionda Zellweger e la mora Zeta-Jones possono ricordare la coppia esplosiva Marilyn Monroe – Jane Russell). Comunque, a parte i rimandi, il film parla una lingua estremamente originale.
Opera prima di Rob Marshall, già apprezzato regista teatrale, la pellicola riesce bene a dare spazio anche ai personaggi che non hanno il proscenio (la famosa chorus line) rendendoli vivi e appassionatamente drammatici, riesce allo stesso modo a trasportare l’odore del palcoscenico in un film per altro quasi completamente girato in interni (in più, diversamente dal palcoscenico, qui c’è la rottura della quarta parete). E riesce altrettanto bene a rendere quell’atmosfera di sogno che domina tutto il film.

Qui il sogno è l’unico modo per poter vivere una vita desiderata, anzi è l’unico modo per poter vivere e basta. Anche il successo a cui tutti aspirano è solo un sogno, un illusione; prima o poi ci si sveglia. Però mentre la si vive questa illusione bisogna dare tutto, così come hanno dato tutto il meglio di loro, gli attori di questo film: bravissimi.
Signore e signori, che lo spettacolo abbia inizio!

(Renato Massaccesi)



Cast

Renée Zellweger   Renée Zellweger
(33 anni circa in questo film)

... Roxie Hart

Catherine Zeta-Jones   Catherine Zeta-Jones
(33 anni circa in questo film)

... Velma Kelly

Richard Gere   Richard Gere
(53 anni circa in questo film)

... Billy Flynn

Queen Latifah   Queen Latifah
(32 anni circa in questo film)

... Matron Mama Morton

Lucy Liu   Lucy Liu
(34 anni circa in questo film)

... Kitty Baxter

John C. Reilly   John C. Reilly
(37 anni circa in questo film)

... Amos Hart

Colm Feore   Colm Feore
(44 anni circa in questo film)

... Harrison

Taye Diggs   Taye Diggs
(30 anni circa in questo film)

... capobanda

Dominic West   Dominic West
(33 anni circa in questo film)

... Fred Casely

    Christine Baranski
(50 anni circa in questo film)

... Mary Sunshine

Dati Tecnici

Nazione

 

USA / Canada

Regia

 

Rob Marshall

Sceneggiatura

 

Bill Condon

Fotografia:

 

Dion Beebe

Colonna Sonora

 

Danny Elfman

Produzione:

 

Loop Films/Miramax/Producers Circle

Distribuzione:

 

Buena Vista





..............................

scrivi la tua opinione

..............................