La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Il Mandolino del Capitano Corelli

Il Mandolino del Capitano Corelli

(Captain Corelli's Mandolin)

Film del: 2001     Genere: Drammatico / Guerra / Romantico
Durata: 131 minuti   


In fondo quello che dovrebbe essere il cuore della pellicola, la storia, è decisamente superficiale


Trama:

Storia della divisione “Acqui” che nel ’41 prende possesso, in nome del regio esercito italiano, dell’isola di Cefalonia, considerata strategicamente fondamentale per il controllo del Mediterraneo.



Vota il film!

Voto medio: 5,83

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Il Mandolino del Capitano Corelli

Sicuramente migliore di quell’aborto di Cefalonia, ma, ovviamente, non certo un film di denuncia su una delle pagine più oscure della nostra storia. Il Mandolino del Capitano Corelli è di fatto un polpettone sentimentale sullo sfondo della seconda guerra mondiale. Le atmosfere idilliache, che ricordano il Meditarraneo di Salvatores (ma siamo lontani anni luce), vengono bruscamente interrotte dalla cruda realtà della guerra.
Nota positiva: il quadro fornito è abbastanza realista, seppur immensamente superficiale. Noi italiani ne usciamo come al solito: un po’ incapaci di fare la guerra, un po’ melomani, bonaccioni e sprovveduti; meno male che Corelli non mangia continuamente piatti di spaghetti al sugo, altrimenti lo stereotipo sarebbe stato perfetto.
Anche il cast lascia un minimo perplessi, al di la della Cruz, di Cage e di Hurt (tralascio ovviamente la grandissima Irene Papas) gli altri attori sembrano tutti un po’ imbalsamati.

Storia della divisione “Acqui” che nel ’41 prende possesso, in nome del regio esercito italiano, dell’isola di Cefalonia, considerata strategicamente fondamentale per il controllo del Mediterraneo. Dopo l’iniziale difficoltà con la popolazione locale, il clima instauratosi, dovuto soprattutto alla lontananza del conflitto, diventa particolarmente idilliaco, quanto meno tra italiani e greci. In questa cornice prende corpo il sentimento che legherà il capitano Corelli e Pelagia. Ma i semi della tragedia sono sparsi un po’ ovunque, al di la del contesto bellico, c’è Mandras, l’amante respinto, e sua madre Drosoula, sempre pronta a giudicare e poi il padre di Pelagia, Iannis, l’unica persona che sembra detenere la saggezza dell’antica Grecia.n La resa dei conti si avvicina, non solo quella tra i personaggi, ma soprattutto quella tra italiani e tedeschi.

Come detto non manca una strizzatina d’occhio a Salvatores (la partitella a calcio nel campo italiano) o una costruzione narrativa ben studiata – il film finisce esattamente come era iniziato, con la festa del paese – e ben supportata da una fotografia di prim’ordine, ma in fondo quello che dovrebbe essere il cuore della pellicola, la storia, è decisamente superficiale.

(Valerio Salvi)



Cast

Nicolas Cage   Nicolas Cage
(37 anni circa in questo film)

... Capitano Corelli

Penélope Cruz   Penélope Cruz
(27 anni circa in questo film)

... Pelagia

Christian Bale   Christian Bale
(27 anni circa in questo film)

... Mandras

Irene Papas   Irene Papas
(73 anni circa in questo film)

... Drosoula

John Hurt   John Hurt
(61 anni circa in questo film)

... Dr. Iannis

    Dimitris Kaberidis

... Padre Aresenios

    Pietro Sarubbi

... Velisarios

    Gerasimos Skiadaressis

... Mr. Stamatis

    Michael Yannatos

... Kokolios

Aspasia Kralli   Aspasia Kralli

... Mrs. Stamatis

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito / Francia / USA

Regia

 

John Madden

Sceneggiatura

 

Shawn Slovo

Fotografia:

 

Stephen Warbeck

Colonna Sonora

 

John Toll

Produzione:

 

Miramax Films / Le Studio Canal+ / Working Title Films

Distribuzione:

 

UIP

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................