La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

A Spasso con Bob

A Spasso con Bob

(A Street Cat Named Bob)

Film del: 2016     Genere: Commedia
Durata: 100 minuti   Uscito al cinema il: 09/11/2016   



Trama:

Quando James Bowen trova davanti alla porta del suo alloggio popolare un gatto rosso, rannicchiato in un angolo, indifeso e ferito, non immagina quanto la sua vita stia per cambiare. James, ventisette anni, non ha un lavoro né una famiglia su cui contare. Vive alla giornata per le vie di Londra e raccoglie qualche spicciolo suonando la chitarra davanti a Covent Garden e nelle stazioni della metropolitana. L'ultima cosa di cui ha bisogno è un animale domestico, eppure non resiste a quella palla di pelo che subito battezza Bob.



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: A Spasso con Bob

Tratto dal libro del vero James Bowen, A street cat named Bob, dal 9 Novembre il gatto rosso dalle sciarpe multicolori arriva sul grande schermo con il suo carico di tenerezza e speranza.
Bob infatti non è un semplice gatto randagio accolto e accudito dal giovane di turno: Bob a questo giovane di turno ha letteralmente salvato la vita, riportandolo sulla retta via, dandogli un motivo per vivere che non fosse la dose giornaliera di metadone e facendogli riscoprire il valore della famiglia e dell'amicizia. Può un semplice gatto fare tutto questo? Assolutamente sì: lo ha scritto l'autore nel suo bestseller – oltre un milione di copie vendute solo in Inghilterra, dove è stato inserito nella lista dei migliori dieci libri di tutti i tempi accanto a saghe come Harry Potter e Hunger Games – e lo ha raccontato il regista Roger Spottiswoode, tornato a girare in Inghilterra dopo 007 – Il domani non muore mai. Storia vera, commovente e incoraggiante, di quelle che donano speranza anche in periodi bui come questo, che regalano sorrisi e riflessioni e che, ci auguriamo, ridanno la forza a chi sente di non aver più nulla da perdere.

A spasso con Bob non è solo la storia della profonda amicizia tra un ragazzo ed un gatto rosso ma affronta diverse tematiche, trattandole con estrema delicatezza ma in maniera al tempo stesso incisiva: è il caso dei senzatetto che affollano la città di Londra, di tutta quella gente che si rifugia dalle intemperie come meglio può, costretta a rovistare nei cassonetti in cerca di avanzi di cibo, ed è il caso dei giovani tossicodipendenti, in cerca di monetine con cui procacciarsi l'eroina, rischiando l'overdose sulle scalinate della città.
Il tutto è trattato in maniera assai soft – più che nel libro - lasciando la ribalta a Bob e al richiamo che il suo bisogno di essere nutrito e curato esercita su James. Occuparsi del suo nuovo amico peloso è ciò che lo tiene lontano dalla droga e che gli offre una nuova prospettiva di vita, portandolo a poco a poco a rimettere insieme i cocci del suo passato e soprattutto della sua famiglia: “Bob mi ha mostrato come potrebbe essere la vita dall'altra parte” dice infatti il protagonista parlando con la sua vicina di casa.
Con tocco vivace e stilisticamente accattivante – molto originale la soggettiva del gatto che osserva incuriosito intorno a sé -, con colori più brillanti per le scene all'aperto e un'atmosfera più cupa e carica di angoscia per le nottate all'interno del suo appartamento, il regista accompagna lo spettatore nei meandri di una vicenda tanto attuale quanto fiabesca. Perché quella di James e Bob sembra proprio una favola moderna a lieto fine, una di quelle che ti fanno uscire col sorriso sulle labbra e il cuore ricolmo di speranza.

Scritta con cura e con personaggi ben delineati che si fanno amare mano a mano che la storia va avanti. Come Bob – che è il vero Bob del libro di Bowen – bello e buffo, soprattutto quando assume espressioni infastidite a causa del collare elisabettiano o quando cerca di acchiappare il topolino che abita nella casa di James, davanti alla cui tana il ragazzo piazza ironicamente il grosso tomo Of mice and men.
Come James, giovane un po' ingenuo ma anche molto volenteroso, ben interpretato da Luke Tradway – già visto in Unbroken e Scontro fra Titani – e come Betty, una vegana simpatica e travolgente, di fronte al cui seitan anche Bob si ritrae infastidito, e infine come la signora anziana che cuce le sciarpe variopinte indossate da Bob, emblema di quella tenerezza e quella nostalgia che solo chi ha posseduto e perso un animale domestico può comprendere.
Non aspettatevi una mega produzione hollywoodiana perché non lo è: A spasso con Bob è un film fatto col cuore, che racconta il bello e il brutto della vita. Che parla di scelte e di coraggio. E di scelte coraggiose, appunto, come quella di James. Il risultato è garantito: il vero James Bowen infatti, passeggia ancora con il suo Bob sulle spalle e lavora con organizzazioni benefiche che si occupano di senzatetto e animali. Commovente come solo la vita vera sa essere.

(Daria Castelfranchi)



Cast

Dati Tecnici

Distribuzione:

 

Notorius Pictures

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................