La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Gli Ultimi Saranno Ultimi

Gli Ultimi Saranno Ultimi

(Gli ultimi saranno ultimi)

Film del: 2015     Genere: Drammatico
Durata: 103 minuti   Uscito al cinema il: 12/11/2015   


Al film riesce anche la magia di farci ridere, sebbene la tensione aumenti una scena dopo l’altra


Trama:

Luciana e Stefano sono due persone ordinarie che a causa della gravidanza di lei si trovano catapultati in una situazione sempre più drammatica.



Vota il film!

Voto medio: 6,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Gli Ultimi Saranno Ultimi

Sin dalla prima scena sappiamo che l’equilibrio si romperà, sappiamo che sarà una rottura violenta, drammatica, fuori controllo. Veniamo catapultati immediatamente in avanti, per poi essere riportati indietro ad accompagnare Luciana, interpretata da una brava Paola Cortellesi, nel suo percorso di esasperazione e ribellione.
Iniziamo con lei a vivere una modesta quotidianità familiare e sociale in un piccolo paese italiano.
Ci colpisce da subito la semplicità della protagonista, una donna in grado di farsi bastare una vita essenziale, fatta di emozioni e rapporti umani, e in essa un mare di sorrisi e forse ingenuità nel cercare sempre il meglio delle persone e degli eventi.
Nella sua casa si muove un marito negligente e svogliato, che le è accanto superficialmente, disoccupato e alla costante ricerca di un “affare” o della scommessa che gli cambierà la vita.
Nel paese si aggirano gli altri soggetti di questo quadro di normalità attuale fatta di amici, conoscenti, negozianti, in qualche modo tutti in relazione con la protagonista.
Nel posto di lavoro, una fabbrica di accessori tessili, in cui Luciana si reca ogni mattina all’alba con un pullman per mansioni noiose e ripetitive, si completa l’affresco umano fatto di persone e rapporti.
In ognuno di questi luoghi Luciana è una presenza positiva, prodiga di sorrisi, benvoluta da tutti, ma talvolta, forse proprio per la sua innocuità, poco rispettata.

Così alla protagonista si affiancano tutti gli altri, non solo presenze accessorie alla storia, ma elementi importanti in quanto coerenti nella loro semplicità per costruire una coralità necessaria a raccontare un mondo umile e senza pretese.
Presenza necessaria è anche il poliziotto(Fabrizio Bentivoglio) trasferito dal nord-est per motivi disciplinari, in quanto considerato colpevole per la morte di un collega in servizio, che diviene vittima dei colleghi e del capo.
Assistiamo a una drammatica convivenza tra ultimi, forse consapevoli del loro essere in fondo, ma non per questo ribelli.

Al film riesce anche la magia di farci ridere, sebbene la tensione aumenti una scena dopo l’altra e ci si scopra ad attendere che la reazione arrivi, che la giustizia si faccia avanti e il vangelo secondo Matteo smentisca il titolo che si è permesso di citarlo cambiandolo.
Il testo rappresentato dalla stessa Cortellesi a teatro, si arricchisce ovviamente di personaggi e location, ma non si snatura nel raccontare un tema di attualità.
Un film da vedere lasciandosi emozionare, non vergognandosi di ridere di un dramma o di sentire la rabbia e giustificare la violenza.

(Pierpaolo Turitto)



Cast

Alessandro Gassmann   Alessandro Gassmann
(50 anni circa in questo film)

... Stefano

Paola Cortellesi   Paola Cortellesi
(42 anni circa in questo film)

... Luciana

Fabrizio Bentivoglio   Fabrizio Bentivoglio
(58 anni circa in questo film)

... Antonio

Ilaria Spada   Ilaria Spada
(34 anni circa in questo film)

Stefano Fresi   Stefano Fresi
(41 anni circa in questo film)

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Massimiliano Bruno

Sceneggiatura

 

Massimiliano Bruno / Paola Cortellesi / Furio Andreotti / Gianni Corsi

Fotografia:

 

Alessandro Pesci

Produzione:

 

IIF / RAI Cinema

Distribuzione:

 

01 Distribution

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................