La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Southpaw - L'Ultima Sfida

Southpaw - L'Ultima Sfida

(Southpaw)

Film del: 2015     Genere: Drammatico
Durata: 124 minuti   Uscito al cinema il: 02/09/2015   


Molta ovvietà, trito e ritrito e assolutamente dimenticabile il tutto in un incarto elegante


Trama:

Billy “The Great” Hope è un campione di boxe. É un “southpaw”, un pugile mancino, dallo stile aggressivo e brutale all’apice della sua carriera. Ha una moglie che adora, Maureen, e una figlia piccola.
MA durante una violenta rissa Maureen viene uccisa e da quel momento l’esistenza di Billy è sconvolta: la sua carriera è finita, la figlia è affidata ai servizi sociali.
Billy deve ricominciare dal nulla, con l’aiuto e gli insegnamenti del vecchio pugile Tick. Giorno dopo giorno inizia la dura risalita...



Vota il film!

Voto medio: 5,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Southpaw - L'Ultima Sfida

Va bene, ve lo concedo, Rocky III era decisamente troppo anni 80 e anche un po’ troppo trash per assurgere a vera icona del franchise, ma comunque aveva qualcosa di dire. Apollo che diventa allenatore, Hulk Hogan, Mr. T… ma anche il tema della resurrezione di un pugile, dei soldi che governano le scelte, ecc..
Quindi che fare, prendersi un DVD e rivederselo o andare al cinema a vedere Southpaw?
Si perché il furbetto Fuqua (che alterna cose discrete ad altre meno), mette su un teatrino aggiornato al nuovo millennio dove ci viene riproposta l’ennesima storia di redenzione condita da dramma a fosche tinte.

Siamo sul labile confine tra la storia di sport alla Rocky, la necessità di dimostrare qualcosa al mondo e alla propria famiglia un po’ come Cinderella man e il drammone più becero come Mi chiamo Sam. Tutto però scandito da musica gangsta, fiumi di sangue e bava e fotografia accattivante.

C’è da dire che da uno come Kurt Sutter non ci si aspetterebbe una storia così trita e ritrita e allo stesso tempo sviluppata in maniera così banale.
Le stelle, le stalle, la palestra del ghetto, l’allenatore fallito, scontroso ma col cuore d’oro, il manager “pappone”, tutti i più terribili cliché che si possano trovare in giro concentrati in un unico prodotto.

Cosa c’è di bello? Gyllenhaal in una grande prova d’attore (tra l’altro è sulla strada di Will Smith post Alì, con un fisico esplosivo), un’ottima fotografia dei combattimenti, realismo e Rachel McAdams.
Cosa c’è di brutto? Il resto.

(Valerio Salvi)



Cast

Jake Gyllenhaal   Jake Gyllenhaal
(35 anni circa in questo film)

... Billy Hope

Rachel McAdams   Rachel McAdams
(39 anni circa in questo film)

... Maureen Hope

Forest Whitaker   Forest Whitaker
(54 anni circa in questo film)

... Tick Wills

    Oona Laurence

... Leila Hope

50 Cent   50 Cent
(40 anni circa in questo film)

... Jordan Mains

Naomie Harris   Naomie Harris
(39 anni circa in questo film)

... Angela Rivera

    Victor Ortiz

... Ramone

    Skylan Brooks

... Hoppy

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Antoine Fuqua

Sceneggiatura

 

Kurt Sutter

Fotografia:

 

Mauro Fiore

Colonna Sonora

 

James Horner

Produzione:

 

Escape Artists / Riche Productions / Fuqua Films / WanDa Pictures

Distribuzione:

 

01 Distribution

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................