La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Jimmy's Hall - Una Storia D'Amore e Libertà

Jimmy's Hall - Una Storia D'Amore e Libertà

(Jimmy's Hall)

Film del: 2014     Genere: Drammatico
Durata: 109 minuti   Uscito al cinema il: 18/12/2014   


Questo film è l'ennesima grande opera del regista inglese


Trama:

Nel 1921, il peccato di Jimmy Gralton è stato quello di avere costruito una sala da ballo a un incrocio di campagna, in un’Irlanda sull’orlo della Guerra civile. La Pearse-Connolly Hall è un locale dove i giovani possono andare per imparare, discutere, sognare… ma soprattutto per ballare e divertirsi. Giorno dopo giorno, il locale diventa sempre più affollato e popolare, finché la sua fama di ritrovo di socialisti e liberi pensatori arriva alle orecchie della Chiesa e dei politici, che alla fine costringono Jimmy a fuggire in America e la sala da ballo a chiudere.
Dieci anni dopo, nel pieno della Grande Depressione, Jimmy torna nella Contea di Leitrim per prendersi cura di sua madre, deciso a condurre una vita tranquilla. La sala da ballo è sempre lì ma abbandonata, e nonostante le pressioni dei giovani del posto resta chiusa. Ma col passare del tempo, Jimmy tocca con mano la povertà e l’oppressione culturale che affliggono la sua comunità, e il leader e l’attivista che sono in lui prendono il sopravvento. Così, decide di riaprire la sala, costi quello che costi…



Vota il film!

Voto medio: 8,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Jimmy's Hall - Una Storia D'Amore e Libertà

Forse, quando si parla del Cinema di Ken Loach, si rischia di diventare ripetitivi perché non è possibile che ogni volta che questo grandissimo autore inglese si piazza dietro la macchina da presa, ne esca fuori una specie di capolavoro. Sicuramente ci saranno stati film meno brillanti (Bread And Roses) o più entusiamanti di questo ma, ogni volta, ci sarebbe da gridare al “classico”.

Tratto da una storia vera (ma anche quando non sono tratti da storie vere, i film di Ken Loach, sono storie vere), questo Jimmy's Hall parla proprio di quello che si dice nel titolo italiano (bravi i distributori a non snaturare il tutto). Ovviamente, non manca il punto di vista politico (Jimmy Gralton fu uno dei padri fondatori di un movimento che poi sfociò nel Partito Comunista Irlandese) ma fondamentalmente questa storia parla di un uomo che, prima di tutto, credeva negli uomini.

Anche se ambientata negli anni '30 in un piccolo paese rurale della lontana Irlanda, la storia potrebbe tranquillamente essere ambientata nei giorni nostri, visto che le storture sono oggi, quelle di ieri, qui come lì. E, anzi, ce ne fossero di storie così da raccontare, vorrebbe dire che la lotta non è ancora finita. E, fondamentalmente, è questo che vuole dire Jimmy's Hall e tutta l'opera di Ken Loach: non lasciamoci assuefare. Qui c'è il ruolo della chiesa (che ne esce male ma nemmeno troppo), i fascisti vestiti da benestanti, l'IRA non ancora terrorista, la povera gente che si fa pecora ma c'è la storia di un Paese che avrebbe voluto rialzarsi da anni di soprusi inglesi e, piano piano ci sarebbe riuscito (di questo, il film ancora non dice).

Poi, come spesso accade, c'è anche un omaggio al tempo che è passato. In una scena quasi straniante c'è un omaggio ai Keystone Cops delle comiche mute che c'entra poco col film ma che alleggerisce il tutto. Perché anche la leggerezza fa parte di noi. Sicuramente, con il suo finale aperto, Jimmy's Hall non è neanche uno dei film più tragici di Ken Loach anche se, per tutto il suo svolgimento, assume la forma di tragedia. Questo film è l'ennesima grande opera del regista inglese e se ci siamo ripetuti, chi se ne importa. In fondo capita così nel cinema, come nella vita.

(Renato Massaccesi)



Cast

    Eleonora Diana

... Jimmy Gralton

    Guglielmo Diana

... Oonagh

    Jim Norton
(76 anni circa in questo film)

... Padre Sheridan

    Andrew Scott
(38 anni circa in questo film)

... Padre Seamus

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito / Irlanda / Francia

Regia

 

Ken Loach

Sceneggiatura

 

Paul Laverty

Fotografia:

 

Robbie Ryan

Colonna Sonora

 

George Fenton

Produzione:

 

Sixteeen Films / Element Pictures / Why Not Productions / Wild Bunch

Distribuzione:

 

Bim

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................