La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Fratelli Unici

Fratelli Unici

(Fratelli unici)

Film del: 2014     Genere: Commedia / Romantico
Durata: 100 minuti   Uscito al cinema il: 02/10/2014   


La classica commediola romantica made in Italy con gli interpreti belli belli, belli in modo assurdo


Trama:

Pietro è un uomo affermato che non sa più come si ama, Francesco è un eterno ragazzino che non ha mai amato. Sono fratelli, ma hanno passato tutta la vita a desiderare di essere figli unici. Un incidente fa perdere completamente la memoria a Pietro: ora è come un bambino. La sua ex moglie Giulia sta per risposarsi e non ne vuole sapere di lui, così Francesco è costretto a portarselo a casa e, per la prima volta, a fare la parte dell’adulto. Ha inizio una folle convivenza le cui punte tragicomiche si svolgono davanti agli occhi di Sofia, la vicina di casa giovane, bella ma soprattutto irritata dalla superficialità di maschio alfa con la quale Francesco cerca di rieducare il fratello.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Fratelli Unici

Rino Gaetano già molti anni fa cantava “Mio fratello è figlio unico” e quindi niente di straordinario che in Fratelli Unici, il nuovo film di Federici, i due fratelli non si parlino più.
Siamo di fronte al classico prodotto made in Italy, una commediola romantica con delle battute felici sorretta dai protagonisti.
Si, perché la vera idea portante del tutto sono proprio Luca Agentero e Raoul Bova, due superbelli che già da soli fanno botteghino. Ad affiancarli una delle poche sicurezze italiane in termini di recitazione, la Crescentini,e poi –quella non deve mancare mai- la bellezza mozzafiato, l’ex Miss Italia, Miriam Leone.
Et voilà, il film è fatto.

Bisogna riconoscergli anche un impianto con una morale di fondo, che poi è quella legata alla capacità di ricominciare riuscendo a perdonare.
La tabula rasa imposta a Pietro dall’incidente, gli consente di liberarsi di tutti i complessi di colpa e gli orpelli legati ad un rapporto ormai deteriorato e ripartire dall’inizio.
La classica seconda possibilità che tutti vorrebbero avere.
Che poi prenda una piega un po’ melensa e si risolva nella maniera più banale, è anche questo parte del gioco di una sceneggiatura didascalica costruita non certo per sorprendere.

Anche la regia a volta si abbandona a delle banalità piuttosto tristi, su tutte il campo e controcampo di Sofia che sente le scuse di Francesco e le sue allieve che ammiccano e commentano, ma non sarà di certo un problema per tutto quel pubblico che va apposta per vedere la sua commedia leggera.

(Valerio Salvi)



Cast

Raoul Bova   Raoul Bova
(43 anni circa in questo film)

... Pietro

Luca Argentero   Luca Argentero
(36 anni circa in questo film)

... Francesco

Carolina Crescentini   Carolina Crescentini
(34 anni circa in questo film)

... Giulia

    Alessandro Veronese

... Sofia

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Alessio Maria Federici

Sceneggiatura

 

Luca Miniero / Clelia Notarbartolo

Fotografia:

 

Fabrizio Lucci

Produzione:

 

Lux Vide / RAI Cinema

Distribuzione:

 

01 Distribution

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................