La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Walking on Sunshine

Walking on Sunshine

(Walking on sunshine)

Film del: 2014     Genere: Musicale
Durata: 97 minuti   Uscito al cinema il: 04/09/2014   



Trama:

Dopo un brevissimo fidanzamento, Maddie, appena uscita da una storia importante con Doug, che le ha spezzato il cuore, si sta per sposare con Raf e ha invitato sua sorella Taylor al matrimonio in Puglia.
Maddie non sa, però, che Raf ha avuto una storia estiva con Taylor e che lei ne è ancora innamorata...



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Walking on Sunshine

Visto che oggi va di moda rivalutare un decennio che per molto tempo è stato considerato tra i peggiori della storia della cultura, musicale e non, e non era vero (per chi scrive quella è stata un epoca d'oro), ben venga un musical infarcito di tutto il pop da classifica del periodo. Forse le versioni ricantate dagli attori in questione, un po' sfigurano di fronte agli originali, ma mantengono una decenza che fa sì che Walking On Sunshine, perlomeno sotto il punto di vista del repertorio, superi in maniera agevole l'asticella della sufficienza.

Quel che un po' da fastidio è il fatto che, come quasi sempre succede in lavori di cineasti che giustamente si innamorano del nostro Paese, gli italiani sono rappresentati come gente che, non si sa perché, va continuamente in giro a torso nudo per far vedere gli addominali oppure gesticola in maniera sconsiderata. È vero che in un musical ci può anche stare l'esagerazione, visto che la storia è al servizio della musica, ma è anche vero che i personaggi devono comunque rimanere personaggi e non diventare macchiette.

I due registi, già esperti del genere avendolo sperimentato col successo galattico di StreetDance 3D, si sanno muovere nell'ambito ma ci sono alcuni punti deboli. Primo, non si sa perché ambientare ai giorni nostri una storia che, come abbiamo detto, ha radici profonde negli anni 80 (l'uso della musica di quel periodo vorrà pure dire qualcosa). Secondo, non si sa perché quella storia farla raccontare da personaggi che in quegli anni forse iniziavano ad emettere i primi vagiti.

Si può forse dire che la musica superi ogni barriera temporale (ed è vero), si può forse dire che al cinema tutto è permesso (ed è vero) ma bisogna pur dare un senso ad una scelta, specie se si usa musica non originale ma, bensì, fortemente connotata ad un periodo della nostra vita (per chi c'era). Alla fine, non aspettatevi un altro Mamma Mia!, lui sì capace di coniugare musica del passato con riferimenti attuali, ma godetevi un film senza infamia e senza lode che farà tornare indietro molti di noi. E per quelli che “non c'erano” sarà l'occasione di scoprire un panorama bistrattato e invece sempre vivo. Perlomeno, buon ascolto.

(Renato Massaccesi)



Cast

    Greg Wise
(48 anni circa in questo film)

... Doug

    Annabel Scholey
(30 anni circa in questo film)

... Maddie

    Giulio Berruti

... Raf

    Hannah Arterton

... Taylor

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito

Regia

 

Dania Pasquini / Max Giwa

Sceneggiatura

 

Joshua St Johnston

Fotografia:

 

Philipp Blaubach

Colonna Sonora

 

Anne Dudley

Produzione:

 

Vertigo Films / IM Global

Distribuzione:

 

Eagle Pictures

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................