La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

I Corpi Estranei

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma  2013
Concorso

..............................



I Corpi Estranei

(I corpi estranei)

Film del: 2014     Genere: Drammatico
Durata: 102 minuti   Uscito al cinema il: 03/04/2014   


Locatelli nell’intento di restituirci l’ambiente alienato in cui gravitano i protagonisti, aliena anche lo spettatore con tempi estremamente dilatati


Trama:

Antonio è solo a Milano con il figlio Pietro affetto da una grave malattia e costretto al ricovero.
Jaber è un arabo immigrato a Milano che gravita intorno all'ospedale perché un suo connazionale è ricoverato.
L'occasione farà si che i due, insieme ai loro mondi lontani, i incontrino nei confini di quel non luogo che è l'ospedale.



Vota il film!

Voto medio: 5,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: I Corpi Estranei

Presentato all’ultimo Festival del Cinema di Roma, il film è inutilmente farraginoso e pesante. Al di la del messaggio, sull’integrazione, sui mondi diversi, su chi vive ai margini, di sicuro valore, è la forma –peraltro voluta dal regista- che non convince.
Nonostante ci sia chi la pensa diversamente (e quando non c’è), il contenuto non può prescindere dalla forma con cui viene esposto. Se rendiamo qualcosa particolarmente indigesto, anche il miglior piatto non incontrerà i favori del pubblico.

Locatelli nell’intento di restituirci l’ambiente alienato in cui gravitano i protagonisti, aliena anche lo spettatore con tempi estremamente dilatati, assenza di dialoghi, una fotografia fredda come i rapporti tra i protagonisti.
L’ospedale in cui si muovono diventa così un “non luogo”, quei posti uguali a molti altri in qualsiasi Paese che non restituiscono alcuna “radice”, e quel microcosmo si aliena dal tessuto sociale per cui anche chi non si incontrerebbe mai è destinato a farlo.

Purtroppo al di la di tutto, come detto, e a dispetto degli attori molto bravi, l’opera non è assolutamente fruibile con serenità richiede il giusto stato d’animo e la giusta preparazione, nonché infinita pazienza, anche perché si capisce già dove il viaggio andrà ad approdare e quello che resta da apprezzare è il contorno, un po’ poco.

(Valerio Salvi)



Cast

Filippo Timi   Filippo Timi
(40 anni circa in questo film)

... Antonio

    Jaouher Brahim
(18 anni circa in questo film)

... Jaber

    Dragos Toma

... Constantin

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Mirko Locatelli

Sceneggiatura

 

Mirko Locatelli / Giuditta Tarantelli

Fotografia:

 

Ugo Carlevaro

Colonna Sonora

 

Baustelle

Produzione:

 

Strani Film

Distribuzione:

 

indipendente

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................