La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Il Mondo di Arthur Newman

Il Mondo di Arthur Newman

(Arthur Newman)

Film del: 2012     Genere: Commedia / Drammatico / Romantico
Durata: 101 minuti   Uscito al cinema il: 05/09/2013   


La differenza tra una bella idea e un piccolo gioiello sta proprio in questo film, manca qualcosina


Trama:

Rubare le vite degli altri, entrare nelle loro case, dormire nei loro letti, indossare i loro vestiti, insomma fingere, cambiare identità, perché la nostra è fragile, perdente, inutile. Chi non ha mai desiderato essere qualcun altro?
Wallace Avery è stanco della sua vita. Divorziato, perennemente in conflitto con il figlio, insoddisfatto della sua situazione sentimentale, decide che è arrivato il momento di dare una svolta radicale alla propria esistenza. L’idea di Wallace è quella di provare a ricominciare da zero: si procura una nuova identità, assumendo il nome di Arthur Newman, e inizia a lavorare come professionista nel mondo del golf. Ma i suoi piani vengono scombinati dall’incontro con Michaela Fitzgerald, che Arthur trova svenuta sul bordo della piscina di un motel. Lei ci mette solo un paio d’ore a smascherare l’imbroglio di Arthur, scoprendo la sua vera identità; a lui servirà più tempo per smascherare lei...



Vota il film!

Voto medio: 6,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Il Mondo di Arthur Newman

Evadere, cambiare, fuggire, ricominciare.. tutte facce della stessa medaglia, la medaglia che ti metti al collo con una vita monotona e sempre uguale. Con quei giorni grigi e senza scopo che non ti portano da nessuna parte.
C’è chi si limita a sfogliare un catalogo di viaggi liberando la fantasia, chi, magari, si perde dentro un documentario o nella lettura di un romanzo e chi, come Arthur Newman, decide che è arrivato il momento di mollare tutto e vedere che succede.
Anzi in realtà non si chiama nemmeno Arthur Newman, visto che è il nome con cui decide di iniziare la sua nuova vita.

Un sogno, con tutte le belle cose dei sogni, niente pensieri al domani, una belle donna al fianco –anche se un po’ pazza che importa, un pizzico di follia non può fare che bene- una macchina cabrio e il lavoro che si sogna da una vita.
Progetto perfetto, se non fosse che in queste cose c’è sempre qualcosa che va male, non necessariamente una disgrazia, ma un piccolo intoppo o un granello di sabbia che proprio non vuol saperne di uscire dall’ingranaggio. E allora ecco che ritorna il tuo nome, Wallace Avery, che fa molto medio man, il tuo senso del dovere, i tuoi affetti che sono rimasti li a domandarsi il perché e anche il tuo nuovo amore che come te vorrebbe fuggire da tutto.

Il film di Ariola ha la capacità di dare corpo ai nostri più inconfessabili desideri, ed in moltissimi momenti lo fa anche in modo divertente e dissacrante, però gli manca quel qualcosa in più.
Un pizzico di follia, una battuta, un alleggerimento o un po’ di ritmo. Piccole sciocchezze in fondo, ma sono quelle che fanno la differenza tra una bella idea e un piccolo gioiello.
Peccato, resta apprezzabile, ma impegnativo.

(Valerio Salvi)



Cast

Colin Firth   Colin Firth
(52 anni circa in questo film)

... Arthur Newman / Wallace Avery

Emily Blunt   Emily Blunt
(29 anni circa in questo film)

... Mike / Michaela Fitzgerald

Anne Heche   Anne Heche
(43 anni circa in questo film)

... Mina Crawley

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Fotografia:

 

Eduard Grau

Distribuzione:

 

Videa CDE

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................