La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

L'Arbitro

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2013
Giornate degli Autori

..............................



L'Arbitro

(L'arbitro)

Film del: 2013     Genere: Commedia
Durata: 90 minuti   Uscito al cinema il: 12/09/2013   


Fa ridere tutto: le inquadrature, i dialoghi, le riprese e le pose plastiche


Trama:

L’Atletico Pabarile, la squadra più scarsa della terza categoria sarda, viene umiliata come ogni anno dal Montecrastu, la squadra guidata da Brai, arrogante fazendero abituato a vessare i peones dell’Atletico in quanto padrone delle campagne.
Il ritorno in paese del giovane emigrato Matzutzi rivoluziona gli equilibri del campionato e l’Atletico Pabarile comincia a vincere una partita dopo l’altra, grazie alle prodezze del suo novello fuoriclasse.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: L'Arbitro

L’ultimo film di Paolo Zucca è un connubio di tre storie ed altrettanti toni: la viscida storia di un ambizioso arbitro, la storia di un pastore sardo vendicativo e la divertente storia di una disgraziata squadra di calcio che conosce la vittoria grazie ad un talento argentino. È girato interamente in bianco e nero e si apprezzano i tentativi, riusciti in parte, di cercare di rendere la personale visione estetica del regista.

Stefano Accorsi è l’arbitro e la sua parte di film la più interessante. È una storia gonfia di ipocrisie, di do ut des, di compromessi e menzogne. Ha contatti con un toscano che dopo una partita lo prende in giro con un “T’arrestano… t’arrestano…” – citando platealmente Innocenzo Mazzini intercettato al telefono con Lotito nell’ambito di Calciopoli -, il presidente della “FEFA” si chiama Jean Michel - quello vero Michel Platinì –. Una storia insomma che cita eventi e personaggi accaduti ed esistenti per aggravare il messaggio colmo di ambizione ma privo di scrupoli.

Se la storia dell’arbitro internazionale cerca appigli alla realtà la storia del pastore sardo è reale. Tratta dell’anima di una regione colma di vendette, silenzi che urlano e sguardi che parlano. Due cugini che militano entrambi nella squadra Montecrastu sono i protagonisti di una faida iniziata con l’uccisione di una pecora. Come spesso accade in questa faida non c’è uno scontro verbale, ma sottili schermaglie che portano ad un escalation di violenza che si sarebbe potuta evitare.

La parte divertente della storia è quella predominante: l’ascesa al successo della squadra Pabarile. Il talento Matzutzi torna nella terza categoria sarda per trascinare la squadra alla vittoria. Fa ridere tutto: le inquadrature, i dialoghi, le riprese a ralentie, le pose plastiche di arbitri e giocatori, i tifosi, l’allenatore.

Tre microcosmi intrecciati tra di loro che collidendo partoriscono il film “L’arbitro”, ispirato dall’omonimo corto del 2009 vincitore del David di Donatello e il Premio speciale della Giuria a Clermont-Ferrand (il più importante festival del cortometraggio in Europa).

(Riccardo Cenci)



Cast

Stefano Accorsi   Stefano Accorsi
(42 anni circa in questo film)

... arbitro Cruciani

    Geppi Cucciari

... Miranda

Marco Messeri   Marco Messeri
(65 anni circa in questo film)

... Candido

Francesco Pannofino   Francesco Pannofino
(55 anni circa in questo film)

... arbitro Mureno

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia / Argentina

Regia

 

Paolo Zucca

Sceneggiatura

 

Paolo Zucca / Barbara Alberti

Fotografia:

 

Patrizio Patrizi

Colonna Sonora

 

Andrea Guerra

Produzione:

 

Classic / RAI Cinema / BD Cine

Distribuzione:

 

Lucky Red

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................