La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Salvo

Salvo

(Salvo)

Film del: 2013     Genere: Drammatico
Durata: 103 minuti   Uscito al cinema il: 27/06/2013   


Un film non per tutti, in cui l’azione e le parole svolgono un ruolo marginale, i concetti e la trama si trasmettono in modo non convenzionale


Trama:

Salvo, un killer di mafia solitario e spietato, nel compiere un regolamento di conti in una torrida mattina palermitana, si imbatte in una giovane testimone cieca, sorella della vittima. Al contrario di quanto sempre fatto, decide di lasciarla in vita, la trascina via di casa e la rinchiude in un vecchio capannone abbandonato. La ragazza riacquisisce progressivamente la vista, forse per il forte trauma vissuto e l’evento trasforma il carnefice del fratello nel suo salvatore schiudendo le porte a un possibile amore.



Vota il film!

Voto medio: 6,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Salvo

Il film di Grassadonia e Piazza è una storia di emarginazioni, di isolamenti dovuti a una scelta propria o del destino, ma al tempo stesso è la storia dell’incontro di due solitudini, l’una per mestiere, l’altra per disgrazia.
Si incontrano per caso il killer di mafia Salvo e la ragazza cieca Rita, lui destinato a ucciderle il fratello e lei a ritrovare la vista in seguito all’avvenimento.
La luce che lentamente si affaccia negli occhi della giovane, è la stessa che irrompe nella vita del taciturno killer e che lentamente illumina il capannone abbandonato dove la donna è prigioniera.

L’incontro tra i due è l’inizio di un cammino verso la libertà, che compiono insieme, e di cui entrambi hanno bisogno. Nello sfondo di una Palermo bruciata dal sole, tutti gli altri sono prigionieri: il boss vive sotto terra, un cane si lamenta legato a una catena, la famiglia ospita il killer e lo tiene al sicuro. I due protagonisti, invece, colgono lentamente la loro possibilità di fuga, si fanno forza reciprocamente e si distaccano dal mondo che li circonda. Il vero miracolo non è forse la vista, ma la scelta di uscire dalla maglia stretta che la mafia gli ha stretto intorno.

Un film non per tutti, in cui l’azione e le parole svolgono un ruolo marginale, i concetti e la trama si trasmettono in modo non convenzionale. Lo spettatore entra nel mondo di entrambi i protagonisti con i loro mezzi, guarda quindi con gli occhi ipovedenti di Rita, o ascolta i silenzi di Salvo e con entrambi comprende cosa stia accadendo. Il tutto è però forse eccessivamente lento e il protagonista Saleh Bakri è un po’ fuori luogo con i suoi lineamenti medio orientali e un accento siciliano stentato.

(Pierpaolo Turitto)



Cast

    Saleh Bakri

... Salvo

Luigi Lo Cascio   Luigi Lo Cascio
(46 anni circa in questo film)

... Enzo Puleo

    Mario Pupella

... il padrino

    Sara Serraiocco

... Rita

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia / Francia

Regia

 

Antonio Piazza / Fabio Grassadonia

Sceneggiatura

 

Antonio Piazza / Fabio Grassadonia

Fotografia:

 

Daniele Ciprì

Produzione:

 

Cristaldi Pictures / Acaba Produzioni / Cité Film / Mact

Distribuzione:

 

Good Films

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................