La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

After Earth

After Earth

(After Earth)

Film del: 2013     Genere: Drammatico / Fantascienza
Durata: 100 minuti   Uscito al cinema il: 06/06/2013   


Confezione a regola d’arte per un contenuto forse fiacco ma tutto sommato apprezzabile


Trama:

A causa di un incidente, il giovane Kitai Raige e il suo leggendario padre,Cypher, precipitano sulla Terra mille anni dopo che cataclismi avevano costretto l’umanità ad abbandonare il Pianeta.
Essendo Cypher gravemente ferito, sarà Kitaia dover intraprendere un viaggio pieno di pericoli per chiedere soccorso, affrontando territori inesplorati, nuove specie animali che ora governano il pianeta e un’incontrollabile creatura aliena scappata durante la collisione.
Padre e figlio dovranno imparare a collaborare e afidarsi l’uno dell’altro se vorranno avere qualche possibilità di tornare a casa.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: After Earth

A circa tre anni da L’ultimo dominatore dell’aria, Shyamalan torna alla fantascienza, quella più pura e avveniristica, e confeziona un film non proprio originale ma comunque godibile.
Prevedibile dall’inizio alla fine, After Earth ricorda da vicino il recente Oblivion in cui Tom Cruise, una volta fuggito nello spazio con il genere umano, torna sulla Terra abbandonata in seguito a cataclismi e devastazioni di ogni genere.

Qui l’avventura in solitaria la vive Jaden Smith, figlio ormai quasi quindicenne dell’attore Will che, al suo quarto film –il secondo insieme al padre– interpreta un cadetto desideroso di diventare ranger e di conquistare l’affetto del genitore.
Quando i due partono per una missione, l’astronave viene colpita da una tempesta di asteroidi e si schianta sul pianeta Terra, evacuato un millennio prima ed ora abitato da strane creature.
Cypher è gravemente ferito e l’aerofaro con cui contattare chi di dovere è danneggiato. L’altro si trova nella coda dell’astronave e toccherà a Kitai andarlo a recuperare, premurandosi di evitare bestie assetate di sangue e di raggiungere ogni sera i punti caldi poiché, con l’arrivo del buio, la Terra si ghiaccia.

Le diavolerie tecnologie del caso ci sono tutte e l’impianto narrativo è lo stesso di tanti altri film del genere: il fulcro della storia è il consueto rapporto padre-figlio, incrinatosi dopo la morte della figlia maggiore, interpretata da Zoe Isabella Kravitz, figlia del cantante Lenny.
Rigoroso e algido il primo, avventato ma caparbio il secondo. Cypher dovrà insegnare a Kitai a dominare la paura e a rendersi spettrale con Ursa, la creatura aliena mangiauomini, viceversa Kitai dovrà dimostrare al padre che non è un vigliacco e che non è responsabile della morte della sorella.

Non mancano, a questo proposito, i consueti flashback della vita familiare a quattro e della terribile morte della giovane Senshi.
In un film interpretato per il 90% dai soli due attori, le performance sono quelle che contano e la validità di entrambe le prove attoriali è innegabile.

Accompagnata dalla bella colonna sonora di James Newton Howard, l’epopea del giovane Kitai si segue con “piacere” e con una certa dose di apprensione. Il procedere degli eventi è facilmente intuibile e bisogna dire che la sceneggiatura e i dialoghi non brillano certo per originalità ma il contorno è accattivante, merito anche di alcuni effetti speciali visivi molto affascinanti, vedi il bosco che si ghiaccia o il volo di Kitai con la tuta modello pipistrello.
Piuttosto insulse le creature animali, dalla temibile Ursa agli pseudo giaguari.
Interessanti invece i costumi, in primis la tuta del giovane protagonista, che cambia colore a seconda delle condizioni atmosferiche e dell’ambiente circostante.

Sullo sfondo lo spunto ecologista che si evince dalle parole iniziali della voce narrante: “la Terra era un paradiso prima che lo distruggessimo”, accompagnate da immagini di tsunami, fumi tossici e incendi.
Confezione a regola d’arte per un contenuto forse fiacco ma tutto sommato apprezzabile.

(Daria Castelfranchi)



Cast

Will Smith   Will Smith
(45 anni circa in questo film)

... Cypher Raige

Jaden Smith   Jaden Smith
(15 anni circa in questo film)

... Kitai Raige

Sophie Okonedo   Sophie Okonedo
(44 anni circa in questo film)

... Faia Raige

Zoë Kravitz   Zoë Kravitz
(25 anni circa in questo film)

... Senshi Raige

Glenn Morshower   Glenn Morshower
(54 anni circa in questo film)

... comandante Velan

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

M. Night Shyamalan

Sceneggiatura

 

M. Night Shyamalan / Gary Whitta / Will Smith

Fotografia:

 

Peter Suschitzky

Colonna Sonora

 

James Newton Howard

Produzione:

 

Columbia Pictures / Overbrook Entertainment / Blinding Edge Pictures

Distribuzione:

 

Warner Bros

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................