La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Eterno Ritorno: Provini

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2012
Concorso

..............................



Eterno Ritorno: Provini

(Veènoe Vozvraseenie)

Film del: 2012     Genere: Drammatico
Durata: 114 minuti   


Bastano venti minuti in sala e la porta d'uscita sembra l'unica via di salvezza


Trama:

Due ex compagni di scuola si ritrovano e parlano dei problemi delle loro vite.



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Eterno Ritorno: Provini

Per la chiusura del Festival Internazionale del Film di Roma, ultimo film in concorso, ecco Eterno ritorno: provini, firmato Kira Muratova.
Avete presente un pomeriggio al bar, in compagnia degli amici? Quando uno di loro decide di raccontarvi una barzelletta ma il suo ritmo è troppo lento e non fa che ripetere la stessa cosa così tante volte fino a che il tempo comico si azzera, il vostro interesse si annulla e qualsiasi cosa volesse raccontarvi perde di significato? Ecco. Questo è 'Eterno ritorno: provini'.

La pellicola si apre, in bianco e nero, all'interno di un appartamento in cui un amico di vecchia data entra per far visita alla ragazza. L'intento è quello di chiederle consiglio riguardo una faccenda personale che lo vede innamorato di due donne: la moglie e l'amante. La medesima situazione si ripeterà per n volte, con attori diversi, attraverso epoche diverse, in ambientazioni varie ma sempre con le stesse battute.

Bastano venti minuti in sala e la porta d'uscita sembra l'unica via di salvezza. I più temerari invece, coloro i quali proprio vogliono capire di cosa si tratta, scopriranno che dopo quarantacinque minuti una storia c'è e non è quella dell'uomo afflitto.
Ebbene si, perché dopo un arco di tempo apparentemente infinito ecco che alla voce degli attori se ne sommano due, provenienti da un secondo nuovo piano narrativo: ora ci sono altri due personaggi – in linea teorica i veri protagonisti del film - la pellicola diventa a colori e lo spettatore tira un sospiro di sollievo, addirittura si riaccende l'attenzione. Quello che si è visto fino a quel momento altro non è che del materiale registrato – i provini, per l'appunto – e i nostri nuovi personaggi lo stanno supervisionando in cerca di un finanziamento.

C'è speranza. Oppure no. Sono solo una manciata di minuti in cui i due parlano, fumano, bevono; dopo di che torniamo tutti insieme a visionare questi provini. Finalmente il ritmo prova a velocizzarsi, il montaggio si fa leggermente più compatto, la recitazione più marcata ed i personaggi sempre più caratterizzati. Va detto che gli attori sono impeccabili e si salva anche il simbolismo scenico.
Il miracolo però tarda ad arrivare. Un ritardo di circa cinquanta minuti, durante cui lo spettatore sa dell'esistenza di altri due personaggi che prima o poi torneranno ad interrompere questa sequenza infinita di ripetizioni, e ci spera fortemente. Il loro ritorno però si concretizzerà solo nel momento conclusivo della pellicola, proprio quando ti viene da pensare che quei due protagonisti te li sei immaginati. Tanto che, uscito dalla sala, preferisci chiamare l'amico del bar e farti raccontare una barzelletta.

In realtà l'idea di omaggiare l'arte dell'attore, di mettere sullo schermo diverse sfaccettature dei sentimenti umani secondo sfumature, molto lievi ma interessanti da analizzare, non sarebbe male; purtroppo manca la voglia di rendere tutto questo un film. Pensare che sarebbe bastato valorizzarne la cornice. O anche solo prenderla in considerazione.
Comunque, fortunatamente, tutto ciò che ha un inizio prevede una fine. Così, dopo114 minuti di 'sempre la stessa cosa', il film giunge al termine, senza essere mai iniziato.

(Alessia Sabattini)



Cast

Dati Tecnici

Nazione

 

Ucraina

Regia

 

Kira Muratova

Sceneggiatura

 

Kira Muratova

Distribuzione:

 

non distribuito

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................