La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Meu pé de laranja Lima - The Sweet Orange Tree

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2012
Alice nella Citt

..............................



Meu pé de laranja Lima - The Sweet Orange Tree

(Meu pé de laranja Lima)

Film del: 2012     Genere: Drammatico
Durata: 99 minuti   


Chi non ha avuto, durante la sua infanzia, un luogo preferito, segreto, dove poter dare vita alle proprie fantasie?

Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Meu pé de laranja Lima - The Sweet Orange Tree

Il secondo lungometraggio di Marcos Bernstein è tratto dal libro “O Meu Pe de Laranja Lima” di Josè Mauro de Vasconcelos (1968) e tratta della vita di Zezè, un bambino di sette anni, penultimo di cinque fratelli, che vive in Brasile, nella povertà. La famiglia, numerosa, ne ha poca cura, sono soliti picchiarlo per la sua vivacità. Il padre, disoccupato, sfoga su di lui la propria frustrazione. Così Zezé, insieme con Luis, il fratellino più piccolo, vanno in giro per le campagne a giocare, soli con la loro immaginazione.

Quando, per via della povertà, saranno costretti a cambiare casa i fratelli faranno a gara, nel nuovo giardino, per prendere possesso ognuno di un albero diverso. A Zezé, arrivato ultimo, resta il giovane arancio; un alberello con i rami troppo deboli per potercisi arrampicare, ma sufficientemente resistenti per potergli permettere di cavalcare. E cosi, l'albero diventa suo amico, con lui si confida e sogna. E' questo il posto segreto di Zezé, il suo rifugio, proprio al centro del giardino.
Chi non ha avuto, durante la sua infanzia, un luogo preferito, segreto, dove poter dare vita alle proprie fantasie per sentirsi protetto da tutto e tutti? L'albero d'arancio rappresenta proprio questo per Zezé, sarà qui infatti che, dopo un tragico incidente che vedrà coinvolto Portuga – unico amico e fonte di spensieratezza del ragazzo, troverà la forza di rialzarsi per dare inizio a quella che sarà la sua nuova vita.

Il film, ad eccezione delle scene di ribellione giovanile, dove per necessità di cose il ritmo si alza, inizia lento e così rimarrà per quasi tutto il suo svolgimento, al punto che lo stacco tra passato e presente si nota appena, se non sul finale. Il resto è tutto un pacato e sofferente proseguire lungo la narrazione, proprio come sofferente, ed affatto scorrevole, è la vita di Zezé.
Le inquadrature paesaggistiche, i lunghi primi piani, tutte le tempistiche si dilatano e con loro i tempi narrativi e a rendere il clima ancora più pesante ci pensa, la fotografia di Gustavo Hadba, di scarsa risoluzione e che dà precedenza ai colori scuri. Tutto questo contribuisce a rendere il film ancora più toccante di quanto già non sia anche solo a livello di sceneggiatura.

Tra i personaggi troviamo un depresso Eduardo Dascar, il padre, perfetto nel suo ruolo sopratutto con le sue espressioni tra rabbia e resa; ma ancora di più la versatilità del protagonista (Joao Guilherme ) si fa notare sullo schermo per la sua capacità di stare dietro ad una interpretazione complessa che richiede molte variazioni emotive.
Nel Brasile dei giorni nostri esistono ancora scene di vita che, per una realtà così diversa come è la nostra, possono apparire irreali. La povertà, la crudeltà, perfino quella all'interno della famiglia; non spiegata, non capita, semplicemente ingiusta. Le difficoltà che si incontrano nel crescere giorno dopo giorno, in questo tipo di realtà non sono certo le stesse che i nostri ragazzi possono incontrare. Fa quindi piacere vedere proiettata, nella sezione 'Alice nella città', dedicata proprio ai giovani, questo tipo di narrazione.

(Alessia Sabattini)



Cast

Dati Tecnici

Nazione

 

Brasile

Regia

 

Marcos Bernstein

Sceneggiatura

 

Marcos Bernstein / Melanie Dimantas

Produzione:

 

Passaro Films

Distribuzione:

 

non distribuito

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................