La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Marfa Girl

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2012
Concorso

..............................



Marfa Girl

(Marfa Girl)

Film del: 2012     Genere: Drammatico
Durata: 113 minuti   


Visione consigliata soltanto a cinefili accaniti con il pelo sullo stomaco alto un metro


Trama:

Uno spaccato della vita di un sedicenne nella città di Marfa, New Mexico. Tutto con la crudezza tipica del regista.



Vota il film!

Voto medio: 4,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Marfa Girl

Per me si va nella città dolente
per me si va nell'eterno dolore
per me si va tra la perduta gente.


Non descriveremo graficamente Marfa Girl perché siamo di fronte ad una "declaration of death2. Beckettianamente parlando, non si può far nulla e non v'è posto dove andare, quindi tanto vale restare dove siamo anche se si tratta di una fetida prigione senza sbarre in cui non esiste altro che autodistruzione.

La bella notizia: tentare di trasporre "Il signore delle mosche" in una bidonville texana sul confine USA / Messico è impresa estremamente ardua, specialmente quando compirai 70 anni a gennaio ed hai iniziato ad iniettarti anfetamine a 16 (la matrice lontanamente autobiografica è evidente, così come il tributo al Nobel per la Letteratura 1983 William Gerald Golding (attenti al tatuaggio sul corpo della guardia ispanica!)ma bisogna rendere merito a Larry Clark per aver tentato.

La negativa: tentativo fallito alla grande. Ken Park, di cui Marfa Girl rappresenta la palese "10 years later version", era una pellicola che provocava intenzionalmente disgusto (la protagonista femminile adulta è la medesima attrice, invecchiata terribilmente male, purtroppo) ma aveva un suo senso, una sua coerenza narrativa. Nel 2012, di quel film che palesemente ispirò, insieme alle foto per cui Clark è famoso, addirittura Mr. Gus Van Sant (in entrambe le pellicole, il protagonista è un teenager con lo skateboard relato ad un omicidio, con un'unica, mastodontica differenza: qui si tratta di un meticcio americano-ispanico) quì resta soltanto un'estremizzazione alla Mysterious Skin ma, purtroppo, il Davide Clark non colpisce neppure di striscio il Golia Araki, autoinfliggendosi ripetuti colpi alla testa a causa di una sceneggiatura lisergicamente inesistente che trasforma il film in un crudele reality show estremo su una comunità di disadattati sociopatici ed inconsapevoli. Come se sull'isola creata da Golding fosse piovuta una tonnellata di LSD tagliato male.
Paradossalmente, siamo di fronte ad un film obbligatoriamente vietato ai minori in cui nessun elemento umano significativo supera i 23 anni (l¡¯anagrafica dei protagonisti e la necessit¨¤ dell¡¯amore libero ¡°ma solo se fatto bene¡±, sono temi insistiti sino alla nausea). In sostanza: non possiamo far vedere a dei 16enni cosa si fa a 16 anni¡­perch¨¦ debbono scoprirlo da soli¡­ma noi speriamo che non lo facciano mai.

Il pregio ed il limite intrinseco dei pochi neuroni rimasti a Clark: la bidimensionalit¨¤. Quest¡¯uomo continua a scattare fotografie degli anni ¡¯70 a Los Angeles¡­42 anni dopo, ignorando che il cinema, la settima arte, si distingue dalle altre per l¡¯utilizzo delle tre dimensioni nel tempo, estrinsecate attraverso il movimento. Il Cinema non ¨¨ una sequenza di still life irrelati!

Ad ognuno il suo, quindi. Visione consigliata soltanto a cinefili accaniti intorno ai 30-40, con il pelo sullo stomaco alto un metro. Per le scene scabrose? Naaa¡­per la noia mortale del dover ancora subire una lecture di 10¡ä sull¡¯utilizzo del clitoride (are you insane???) da una ninfomane masochista travestita da figlia dei fiori!!! Dulcis in fundo: stando a The Guardian, lo abbiamo sub¨¬to, in anteprima mondiale, soltanto noi (in Concorso??? Please¡­) perch¨¦ ogni ulteriore visione avverr¨¤ unicamente online, a 5 dollari e 99, sul sito del regista! Dear Clark¡­se, a 70 anni, hai ancora bisogno di drogarti¡­non farlo a spese nostre. Thank you very much.

(Massimo Frezza)



Cast

    Drake Burnette

... Marfa Girl

    Adam Mediano

... Adam

    Mercedes Maxwell

... Inez

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Larry Clark

Sceneggiatura

 

Larry Clark

Fotografia:

 

David Newbert

Colonna Sonora

 

Bobby Johnston

Produzione:

 

Marfa

Distribuzione:

 

non distribuito

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................