La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Mental

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2012
Fuori Concorso

..............................



Mental

(Mental)

Film del: 2012     Genere: Commedia / Drammatico


Il cinema australiano è bello vivo e basterebbe l’ultima sequenza a toglierci ogni dubbio


Trama:

Una tata molto sui generis, sconvolgerà la abitudini di una famiglia australiana allo sbando. Alla fine la cura, sebbene sin troppo forte, sortirà gli effetti dovuti.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Mental

“Mental, profuma l’alito” diceva un noto jingle pubblicitario… e non solo. Cambiando l’accento Mental porta una ventata fresca al Festival di Roma.
Una commedia decisamente sui generis, che parte con una casalinga oversize che canta a squarciagola Tutti Insieme Appassionatamente… da manicomio. E infatti ci finisce circa 5 minuti dopo lasciando una famiglia che definire surreale è riduttivo.
Grazie a questo cambio degli schemi e ad un inizio così spiazzante, il cineasta australiano, si può permettere di esagerare senza tema alcuna.
D’altronde il regista non è nuovo all’uso della musica come componente narrativa visto che anche nelle Nozze di Muriel imperversavano gli Abba.

Il film di fatto racchiude tante cose, tra cui la gestione del lutto. Sarebbe stato molto interessante vedere un film "mattone" come La stanza del figlio, in versione "light" come Mental.
Parlare di coppie scoppiate sulle note di un musical degli anni sessanta (e non certo quello più irriverente) è un’idea già di per se fuori dal coro, trattare 5 bambine come dei marines per “svegliarle” è decisamente pop politically correct, figuriamoci poi torturare un povero cristiano costringendolo ad ascoltare canzoni sul surf.

Ma tutto questo non funzionerebbe senza Toni Colette,vero motore dell’opera, con la sua prestazione si, sopra le righe, ma sempre credibile. Addio Tata Matilda, addio carezze, arriva Shaz e la sua frusta elettroshock.
P.J.Hogan crede molto infatti negli “attori feticcio” e per questo si affida senza riserve alla Colette si affida ad un’altra sua creatura.
Il cinema australiano è bello vivo e basterebbe l’ultima sequenza a toglierci ogni dubbio.

(Valerio Salvi)



Cast

Toni Collette   Toni Collette
(40 anni circa in questo film)

... Shaz

Liev Schreiber   Liev Schreiber
(45 anni circa in questo film)

... Trevor Blundell

    Lily Sullivan

... Coral Moochmore

    Bethany Whitmore
(13 anni circa in questo film)

... Jane Moochmore

Rebecca Gibney   Rebecca Gibney
(48 anni circa in questo film)

... Shirley Moochmore

    Malorie O'Neill

... Michelle Moochmore

    Chelsea Bennett

Anthony LaPaglia   Anthony LaPaglia
(53 anni circa in questo film)

... Barry Moochmore

    Kerry Fox
(46 anni circa in questo film)

... Nancy

Caroline Goodall   Caroline Goodall
(53 anni circa in questo film)

... Doris

Dati Tecnici

Nazione

 

USA / Australia

Regia

 

P.J. Hogan

Sceneggiatura

 

P.J. Hogan

Fotografia:

 

Donald McAlpine

Colonna Sonora

 

Michael Goldman / Michael Yezerski

Produzione:

 

Screen Australia / Story Bridge Films / Zucker Productions

Distribuzione:

 

non distribuito

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................