La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Cogan - Killing Them Softly

Cogan - Killing Them Softly

(Killing Them Softly)

Film del: 2012     Genere: Commedia / Drammatico
Durata: 97 minuti   Uscito al cinema il: 18/10/2012   


Il film che non ti aspetti, sui gangster, sulla violenza, sull’umana natura, ma soprattutto sui soldi.


Trama:

Due idioti rapinano uan partita di poker gestita dalla mala. Viene immediatamente convocato Jackie Cogan per risolvere il problema e... "dare un messaggio".



Vota il film!

Voto medio: 6,67

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Cogan - Killing Them Softly

Jack Cogan si presenta così: “Mi conoscono in pochi…”, mai frase fu più azzeccata.
Se potessimo dilatare all’infinito un dialogo di Quentin Tarantino, avremmo Cogan, più o meno.
Diciamo che il pedigree di Andrew Dominik non faceva ben sperare, regia praticamente nulla, aveva all’attivo la sceneggiatura dell’Assassinio di Jesse James, come dire la garanzia di una logorrea mortale. E invece ecco il film che non ti aspetti.
Una commedia nera dai dialoghi a volte illuminanti, un Brad Pitt che è un po’ come il vino di Porto, invecchiando decanta e migliora, e un contorno di personaggi da cineteca, su tutti l’avvocato portavoce della “cupola” Richard Jenkins, ovvero come ordinare l’eliminazione di persone con la stessa facilità con cui prendi un caffè da Starbucks.

La cosa veramente superlativa di Cogan è che potrebbe essere anche un film sulla recessione economica americana e la fine dell’era Bush. Non solo perché ci sono accenni di dialoghi a sottolineare il momento storico, ma soprattutto perché la colonna sonora del film è –tra l’altro- la radio che sottolinea i passaggi cardine del “crollo dei giganti”. Un’idea fantastica che ci accompagna in questo mondi di criminali di piccolo cabotaggio vittime loro stessi della recessione; per questo indimenticabile il killer disposto a scendere sul prezzo visto il momento di difficoltà.

Certo la violenza non manca, forse il regista ha visto un po’ troppe volte Casinò, e in alcuni momenti si rischia un effetto onda lunga, su dei dialoghi che diventano più riempitivo che vera a propria struttura, ma alla fine lo spirito della commedia nera ha la meglio e i colpi di genio risollevano la situazione.
Un film sui gangster, sulla violenza, sull’umana natura, ma soprattutto sui soldi. Tutti vogliono soldi, tutti si farebbero ammazzare per averne o per risparmiarli, alla fine l’America è una nazione fondata sul Dollaro e la riflessione di chiusura su Thomas Jefferson resterà negli annali.
Alla fine vincono un po’ tutti –anche se non come vorrebbero- Obama compreso.

(Valerio Salvi)



Cast

Brad Pitt   Brad Pitt
(49 anni circa in questo film)

... Jackie Cogan

James Gandolfini   James Gandolfini
(51 anni circa in questo film)

... Mickey

Richard Jenkins   Richard Jenkins
(65 anni circa in questo film)

... l'avvocato

Ray Liotta   Ray Liotta
(57 anni circa in questo film)

... Markie Trattman

Scoot McNairy   Scoot McNairy

... Frankie

    Vincent Curatola
(59 anni circa in questo film)

... Johnny Amato

Sam Shepard   Sam Shepard
(69 anni circa in questo film)

... Dillon

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Andrew Dominik

Sceneggiatura

 

Andrew Dominik / George V. Higgins

Fotografia:

 

Greig Fraser

Produzione:

 

Plan B Entertainment / Annapurna Pictures / Inferno Entertainment / Chockstone Pictures

Distribuzione:

 

Eagle Pictures

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................