La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Disoccupato in Affitto

Disoccupato in Affitto

(Disoccupato in affitto)

Film del: 2012     Genere: Drammatico
Durata: 75 minuti   Uscito al cinema il: 11/05/2012   


Pietro Mereu è un sandwich-man. Sul suo cartellone c'è scritto "Disoccupato in affitto" e lui disoccupato lo è davvero.

Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Disoccupato in Affitto

Fu Charles Dickens a dargli un nome. Diceva che visti così, pezzi di carne umana tra due strati di cartone, sembravano degli uomini-sandwich. Sotto questa categoria rientravano tutte quelle persone che, per scopi pubblicitari o altro, giravano per la strada con attaccati al collo grandi cartelloni, tanto da coprire la persona dalle spalle in giù. Come srategia si diffuse piuttosto velocemente, e negli anni a seguire venne sfruttata soprattutto nell'ambito di manifestazioni di carattere sociale e/o politico.
Nel documentario di Luca Merloni, già pratico nel genere con lavori selezionati in Festival internazionali (Attraversamenti del 2004, 16 Pezzi di corpo 2006, Pecore nere 2008, Mutande di ricambio 2009), Pietro Mereu è un sandwich-man. Sul suo cartellone c'è scritto "Disoccupato in affitto" e lui disoccupato lo è davvero.
Da Genova a Cagliari, passando per le più importanti città italiane (Palermo manca all'appello a causa della scarsità del budjet), Merloni filma con telecamera a vista il suo amico-sandwich chiedere ai passanti di essere assunto. Di circa 500 mini-interviste ne vediamo 150 ma, assicura Merloni, "la media che ne è stata tratta è fedele al tipo di risposte ricevute". Quasi completamente negative, com'era ovvio aspettarsi, ma del tutto compassionevoli -nel senso più bello del termine-. Che all'italiano piaccia chiacchierare e sentirsi un po’ protagonista, quando capita, si sa, ma essere interpellati sulla realtà del problema del lavoro in Italia produce negli "intervistati" manifestazioni di sincera indignazione e sofferta partecipazione, e alle richieste d'aiuto di Pietro Mereu seguono dinieghi dal sapore amaro. Nessuno gli ha offerto un lavoro. Davvero la situazione è così drammatica o gli italiani non hanno voglia di lavorare?

Giovani, vecchi, mamme e forestieri artisti di strada si passano la palla da nord a sud per dire come stanno veramente le cose, mentre chi guarda è costretto a porsi le stesse domande. "Il problema è che ognuno cerca di trovare la sua scorciatoia, mentre se fossimo tutti uniti potremmo cambiare le cose. Siamo la maggioranza.", dice una giovane donna di Firenze; molti altri accusano la classe dirigente e alcuni sostengono che il lavoro ci sarebbe, a patto che più giovani fossero disposti a sacrificarsi. A parlare è la voce incoerente e variegata dell'Italia, quella che si arrangia, sopporta, ma che forse dovrebbe farlo di meno. è un documentario che suscita sorrisi (l'italiano è per sua natura istrionico) ma che vuole dialogare con una realtà sempre più allarmante del nostro Paese, che grida giustizia.

Girato tra giugno e luglio 2010 e inizialmente pensato come format televisivo, "Disoccupato in affitto" uscirà nelle sale del circuito di "Distribuzione Indipendente" venerdì 11 maggio 2012.

(Lucia Sauro)



Cast

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Distribuzione:

 

Distribuzione Indipendente

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................