La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Flowers of War

..............................
FESTIVAL

Festival di Berlino 2012
Film in concorso

..............................



Flowers of War

(Jin líng Shi San Chai)

Film del: 2012     Genere: Avventura
Durata: 122 minuti   


Il colossal cinese con Christian Bale è un film discontinuo, pieno di trovate ma in ultima analisi deludente


Trama:

Nanchino, 1937. L'invasione giapponese getta la capitale cinese nel caos e nella distruzione. Un gruppo di studentesse trova riparo nella cantina della cattedrale Winchester. Anche un americano di nome John Miller trova riparo nella cattedrale, assieme a tredici prostitute di un bordello vicino. All'inizio Miller è interessato solo agli alcolici, ma poi assume il ruolo di difensore di quelle donne.



Vota il film!

Voto medio: 5,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Flowers of War

In occidente non si era mai vista una versione dell'invasione di Nanchino così crudele, spietata e priva di speranza. Il ritratto che Zhang Ymou ci offre degli occupanti nipponici non è soltanto spietato: Ymou sale al gradino successivo. Gli occupanti della terra di Amaterasu non sono solo violenti, sembrano delle bestie feroci e fameliche, più degne di un inferno cinese che di questa terra. Sono dei satiri grotteschi e sguaiati che pensano solo a distruggere e stuprare bambine. Non viene in mente nessun esercito occupante simile a questo, a meno di non voler risalire addirittura ai tempi di Gengis Khan.

Questo lavoro vede un importante collaborazione tra il regista cinese più famoso in occidente e Christian Bale, che qui ricopre i panni di un uomo comune che viene colto da improvvisa vocazione a diventare protettore degli innocenti. 

Il film si divide grosso modo in due parti. Nella prima parte abbiamo azione, ritmo, trovate anche visive. La scena in cui l'unico soldato cinese rimasto nel quartiere affronta un'intera guarngione di soldati giapponesi è degna degli annali della storia del cinema. Dopo una buona metà, il film sembra diretto da un'altra persona. Flowers of war prende una deriva kitsch, con tanto di santini cinesi colorati e slow motion stucchevoli e con la scena di sesso girata peggio in tutta la storia del cinema. Il cambiamento è palpabile sulla pelle di Christian Bale, a un certo punto diventa fuori parte. L'unica cosa degna di nota è che venga data un'immagine positiva di una struttura cristiana in Cina, dettaglio -come è noto- tutt'altro che trascurabile. Se Flowers of war aveva l'ambizione di diventare lo Schindler's list orientale, ha fallito su tutta la linea.

(Mauro Corso)



Cast

Christian Bale   Christian Bale
(38 anni circa in questo film)

Dati Tecnici

Regia

 

Yimou Zhang

Distribuzione:

 

non distribuito

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................