La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

La Scelta di Barbara

..............................
FESTIVAL

Festival di Berlino 2012
Film in concorso

..............................



La Scelta di Barbara

(Barbara)

Film del: 2012     Genere: Drammatico
Durata: 105 minuti   Uscito al cinema il: 14/03/2013   


Un dramma sulla libertà tutto tedesco, con sottotesti non del tutto leggibili a chi non sia nato nel suolo germanico e non abbia avuto esperienza del socialismo in quelle terre


Trama:

Estate del 1980. Barbara, medico di Berlino est, fa domanda per emigrare nella Germania Occidentale. Per punizione viene trasferita in un piccolo centro della Germania Est, ma continua a pensare alla fuga.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: La Scelta di Barbara

Raramente capita di vedere film così ellittici come Barbare nella presentazione del personaggio e nella costruzione narrativa. All'inizio viene fatta una fugace allusione al fatto che Barbara è di Berlino, ma non si sa affatto perché si trovi in un villaggio non meglio identificato lontano dalla capitale. Quello che è certo è che ha un amante che vede in condizioni di segretezza estrema e che è costantemente controllata, ma non è chiaro né il perché né tantomeno a quale scopo. Viene da pensare che forse ci sia stato qualche taglio di troppo in fase di montaggio, ma è un sospetto che ben difficilmente potrà trovare conferme.

In ogni caso ci sono molte cose che non sono affatto chiare in questa pellicola. Non è ben chiaro l'anno in cui si svolge la vicenda di Barbara, né la zona. In un film in cui il contesto socialista è essenziale per definire tutto quello che accade, è come se ogni aspetto fosse esplorato solo per metà delle sue potenzialità. Ancora di più: il volto della stasi qui ha anche delle caratteristiche alquanto bonarie, quasi paterne nell'affrontare i comportamenti "devianti" della protagonista.

A fronte di questa poca concretezza, ci sono invece diverse scene che mostrano meticolosamente come la protagonista (una pur sempre brava Nina Hoss) metta da parte e nasconda i soldi che le serviranno per il viaggio di fuga verso la Danimarca e verso la libertà, con una serie di personaggi che compaiono e scompaiono con grande facilità. In ultima analisi sembra di aver assistito a un progetto nato da una buona idea ma giocato continuamente al ribasso.

(Mauro Corso)



Cast

Nina Hoss   Nina Hoss
(37 anni circa in questo film)

... Barbara

Dati Tecnici

Regia

 

Christian Petzold

Produzione:

 

Schramm Film Koerner / ZDF

Distribuzione:

 

Bim

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................