La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Buona Giornata

..............................
ARTICOLI CORRELATI




28/03/2012
Buona giornata: l'Italia corrotta dei Vanzina

..............................

Buona Giornata

(Buona giornata)

Film del: 2012     Genere: Commedia
Durata: 97 minuti   Uscito al cinema il: 30/03/2012   


Con dichiarata leggerezza il film cita un enormità di vizi tutti all'italiana, e lo fa senza bandiera


Trama:

Film a episodi ambientato in varie città italiane.



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Buona Giornata

L'ultimo film firmato Vanzina, spazia in lungo e in largo per la nostra amata Italia, raccontandoci sette differenti storie, racchiuse nell'arco temporale di una giornata.
Quante catastrofi, quanti sotterfugi e bugie, sarà mai umanamente possibile realizzare nel giro di ventiquattro ore? La risposta è: tante. Sicuramente, più di quante non potremmo aspettarci.
Nessun aspetto della follia umana viene risparmiato; il tutto in chiave comica, s'intende. A partire dalle meschinità politiche, che vedremo spingersi fino a far resuscitare i morti, pur di ottenerne il voto; per arrivare alla nevrosi calcistica di un' accanito tifoso che pur di far vincere la propria squadra, non solo accetta il tradimento della sua fidanzata ma anzi la induce a ripeterlo.

Questa volta le cose sono fatte veramente in grande, il cast è di tutto rispetto ed i personaggi perfettamente adattati agli attori. La recitazione si muove tra comicità leggera, tipizzazione e commedia napoletana, così da soddisfare tutti i gusti. Molte sono le scene in cui assistiamo alla comicità di repertorio firmata Banfi, ma anche De Sica o, ancora, Salemme; ed è con questo recupero di mascheroni e tipi che ci ritroviamo vicini alla commedia italiana di una volta.
Perfetta anche l'espressività della Mannino chiamata a farci ridere più con la gestualità che attraverso la parola. Il suo personaggio è quello di una manager milanese che dimentica sul treno tutto ciò che possiede –telefono, computer ed iPad– motivo per cui si scoprirà, non solo dipendente da quegli oggetti, ma sopratutto completamente incapace di gestire il resto della giornata. Probabilmente la sua storia è, tra tutte, quella di più facile immedesimazione per il pubblico che non potrà fare a meno di partecipare con forte autoironia.

Tra una vicenda e l'altra, non si avverte alcuno stacco narrativo, come sarebbe facile supporre, anzi; vuoi per la cornice, vuoi per un buon montaggio, tutto viene percepito come se fosse un'unica storia. Non a caso lo scioglimento di ogni intreccio metterà i nostri personaggi spalle al muro per mostraci come non ci siano veri e propri vincitori; i sette fili narrativi, infatti, si risolveranno nella perdita, fino alla resa al cambiamento.

Con dichiarata leggerezza il film cita un enormità di vizi tutti all'italiana, e lo fa senza bandiera, non solo regionale ma sopratutto ideologica. Questo è quello che accade e che accettiamo, con un sorriso. Nessuno schieramento; tanti punti d'ispirazione, se vogliamo, ma nessuna pretesa di critica sociale, solo tanta voglia di riderci su.

(Alessia Sabattini)



Cast

Diego Abatantuono   Diego Abatantuono
(57 anni circa in questo film)

... Romeo Telleschi

Lino Banfi   Lino Banfi
(76 anni circa in questo film)

... Leonardo Lo Bianco

    Teresa Mannino

... Rosaria Miccich

Maurizio Mattioli   Maurizio Mattioli
(62 anni circa in questo film)

... Alberto Dominici

Vincenzo Salemme   Vincenzo Salemme
(55 anni circa in questo film)

... Luigi Pinardi

Christian De Sica   Christian De Sica
(61 anni circa in questo film)

... Ascanio Cavallini

    Paolo Conticini

... Cecco

    Tosca D'Aquino

... Marisa

    Gabriele Cirilli

... Settimio

Luis Molteni   Luis Molteni
(62 anni circa in questo film)

... Alfonso

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Carlo Vanzina

Sceneggiatura

 

Enrico Vanzina / Carlo Vanzina

Fotografia:

 

Carlo Tafani

Colonna Sonora

 

Manuel De Sica

Produzione:

 

International Video 80 / Medusa Film / Sky

Distribuzione:

 

Medusa

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................