La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Magnifica Presenza

..............................
ARTICOLI CORRELATI




13/03/2012
Con "Magnifica Presenza" Ozpetek omaggia Pirandello

..............................

Magnifica Presenza

(Magnifica presenza)

Film del: 2012     Genere: Drammatico
Durata: 105 minuti   Uscito al cinema il: 16/03/2012   



Trama:

Pietro il siciliano sforna cornetti nelle notti romane, ma il suo sogno è fare l'attore. Divide l'appartamento con la cugina Maria, ma quando finalmente trova una casa tutta sua, si rende conto di non essere solo nell'appartamento...



Vota il film!

Voto medio: 6,20

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Magnifica Presenza

È inutile nascondersi dietro un dito: il cinema italiano presenta una serie di problemi per cui siamo stanchi di pensare persino che si possa trovare una soluzione. Il più grande di questi è la mancanza di adattabilità di canoni troppo poco elastici, e la conseguente desuetudine e fatica di registi o sceneggiatori fuori dagli schemi, che tentano di approcciarsi a generi poco battuti.
Questo è ciò che succede quando un regista come Ferzan Ozpetek realizza una pellicola come Magnifica presenza.
Generato in sospensione tra cinema e dramma teatrale, il lavoro dello stravagante cineasta rimane a cavallo tra più generi, districandosi a fatica nella trappola in cui si è volutamente infilato.
Il risultato è un’opera piuttosto lenta, pesante, con picchi decisamente degni di nota, ma alternati a momenti in cui la flemma si aggancia al film con lacci troppo stretti.
Magnifica presenza dà l’impressione di essere uno di quei film il cui regista ama, ma proprio per questo appare agli occhi del pubblico come un qualcosa di morboso, forse esasperato, una sorta di pot pourri ozpetekiano, elegante ma costruito, diverso dal solito ma probabilmente estremo al punto da non differenziarsene, persino troppo eccentrico per uno come lui, e decisamente per un’Italia cinematografica assai poco matura

Sulle doti interpretative di Elio Germano è inutile chiosare, se non annotando il nostro dispiacere nei confronti del sistema nostrano, che non sa rendere i giusti meriti ad attori che meriterebbero un successo non soltanto di nicchia, ma universale, quando invece quest’ultimo è spesso destinato a personaggi che si fa fatica a definire interpreti, ma che purtroppo regalano al box office un trionfo inconcepibile quanto incontenibile.

Senza dubbio un film che solletica la curiosità dello spettatore, e che rimane attualmente uno dei migliori lavori di Ozpetek, e molto probabilmente – come detto – il più sentito.

(Tiziano Costantini)



Cast

Elio Germano   Elio Germano
(32 anni circa in questo film)

... Pietro

Margherita Buy   Margherita Buy
(50 anni circa in questo film)

... Lea Mami

Vittoria Puccini   Vittoria Puccini
(31 anni circa in questo film)

... Beatrice Mami

    Paola Minaccioni

... Maria

Alessandro Roja   Alessandro Roja
(34 anni circa in questo film)

... Paolo

    Bianca Nappi

... Mina

    Anna Proclemer
(89 anni circa in questo film)

... Livia Morosini

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Ferzan Ozpetek

Sceneggiatura

 

Ferzan Ozpetek / Federica Pontremoli

Fotografia:

 

Maurizio Calvesi

Produzione:

 

Fandango / Faros Film / RAI Cinema / Intesa San Paolo

Distribuzione:

 

01 Distribution

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................