La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Tyrannosaur

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2011
Occhio sul mondo - Focus GB

..............................



Tyrannosaur

(Tyrannosaur)

Film del: 2011     Genere: Drammatico
Durata: 91 minuti   


Un film veramente disperato, questo, ma allo stesso tempo un film assolutamente bello


Trama:

Joseph è un vedovo, disoccupato e alcolista, tormentato e autodistruttivo. L'incontro inaspettato con Hannah, imprigionata in un matrimonio infelice e violento, offre a Joseph una possibilità di redenzione. Tra i due nasce un legame di amicizia e amore che aiuterà entrambi a prendere coscienza di loro stessi e delle loro vite.



Vota il film!

Voto medio: 8,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Tyrannosaur

Come al solito, il Cinema inglese, riesce ad essere assolutamente toccante raccontando la vita così com’è. Tyrannosaur, debutto da regista dell’attore Paddy Considine, è un altro spaccato su una realtà suburbana in cui due storie si incontrano scambiandosi il dolore di esistenze ai limiti. Ogni volta che si parla di Inghilterra viene in mente lo stile asciutto di Ken Loach che costruisce il racconto “colorandolo” sempre di connotati politici o sociali.

Qui, invece, questa particolarità non esiste. Questa è “soltanto” la storia di due persone ferite da tutto per motivi che risiedono soltanto nel loro passato. Non c’è una denuncia sociale ed è per questo che, Tyrannosaur è vicino ad atmosfere tipicamente inglesi ed, allo stesso tempo, ricorda quei personaggi alla John Cassavetes dove i personaggi rasentano una pazzia controllata ma non troppo.

E’ un film veramente disperato, questo, ma allo stesso tempo è un film assolutamente bello. Bello nel modo in cui racconta un rapporto senza fronzoli. Bello nella maniera in cui i due personaggi si sviluppano e diventano qualcos’altro rimanendo loro stessi. Bello per come riesce a rendere una violenta disperazione perfino commovente.

E se il regista lavora su una linea assolutamente asciutta e lineare, sono i due interpreti principali, Peter Mullan e Olivia Colman, che rubano tutta la scena. Se la grandezza di lui già la conoscevamo (a proposito di Ken Loach), lei è un’assoluta rivelazione: entrambi assolutamente straordinari.

Come al solito, in un panorama bombardato da tutto ciò che è americano (brutto e bello), questo Cinema d’oltremanica fatica ad avere visibilità e questo è scandaloso perché è quanto di più vicino ci possa essere ad un’idea che era quella del Neorealismo che, non scordiamocelo mai, sarà sempre roba nostra. E, comunque, a prescindere da polemiche che lasciano il tempo che trovano, film come questi meriterebbero di essere visti, a prescindere dai festival, anche solo per il loro eccezionale valore. Splendido.

(Renato Massaccesi)



Cast

Peter Mullan   Peter Mullan
(51 anni circa in questo film)

... Joseph

Olivia Colman   Olivia Colman
(37 anni circa in questo film)

... Hannah

Eddie Marsan   Eddie Marsan
(43 anni circa in questo film)

... James

    Paul Popplewell

... Bod

    Ned Dennehy

... Tommy

    Samuel Bottomley

... Samuel

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito

Regia

 

Paddy Considine

Sceneggiatura

 

Paddy Considine

Fotografia:

 

Erik Wilson

Colonna Sonora

 

Dan Baker / Chris Baldwin

Produzione:

 

Warp X / UK Film Council / Inflammable Films / Film

Distribuzione:

 

non distribuito

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................