La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Turn Me On, Goddammit!

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2011
L'Altro Cinema - Extra

..............................



Turn Me On, Goddammit!

(Turn Me On, Goddammit!)

Film del: 2011     Genere: Commedia
Durata: 76 minuti   



Trama:

I turbamenti erotici di una adolescente norvegese: non è un pornosoft italiano degli anni 70, ma una sorprendente commedia indipendente che dopo aver vinto il premio del pubblico al Tribeca ha furoreggiato un po’ ovunque. Nel villaggio in cui vive Alma c’è ben poco da fare, a parte telefonare alle Hot line e andare a zonzo sognando Artur, il compagno di scuola, nelle vesti del principe azzurro. Quando il bell’Artur, durante una festa, approccia Alma con modi non convenzionali - una profferta sessuale singolarmente esplicita - tutto precipita. La ragazza racconta l’accaduto ma non viene creduta dalle amiche invidiose, Artur nega tutto, i compagni la deridono. Vorrebbe fuggir via. Ma difende la sua verità con coraggio. Al suo debutto, Jannicke Systad Jacobsen, colora il suo racconto di formazione di luminose ambientazioni nordiche, tocchi di sanguigna comicità alla fratelli Farrelly e soprattutto di una sensualità adolescenziale viva e croccante che vi rimarrà nella mente (e nel cuore).



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Turn Me On, Goddammit!

Presentato nella Sezione Extra della VI° edizione del Festival del Film di Roma Turn Me On Goddammit colpisce per l freschezza e l'originalità con la quale vengono portati sullo schermo alcuni temi scottanti come la scoperta della sessualità degli adolescenti, la difficoltà dei rapporti tra genitori e figli, la faticosa ricerca di stabilire relazioni con gli altri.

Siamo in Norvegia, in uno sperduto paesino montano davanti al cartello del quale i ragazzi mostrano il dito medio in segno di disprezzo; scopriamo che anche la provincia di uno dei paesi considerati più emancipati può essere chiusa ed arretrata. Qui vive Alma, bionda sedicenne alla spasmodica scoperta dell'amore e del sesso. Alma usa telefonare a linee erotiche, spasima per Artur un giovane del suo paese e fantastica di immaginarie quanto calorose avventure erotiche. Alma, dopo aver raccontato di una advances molto esplicita da parte di Artur si ritroverà a fare i conti con le sue amiche che non le crederanno.

Sembra una sorta di Tempo delle mele fra gli abeti dei boschi norvegesi. Il film dell'esordiente Jannicke Systad Jacobsen è invece tutt'altro. La regista norvegese, che è anche sceneggiatrice, costruisce un film adolescienziale abbandondando gli stereotipi del genere puntando da una parte a scandalizzare dall'altra a stupire con idee narrative originali e di stampo onirico. Sullo sfondo delle verdi conifere norvegesi il ritratto che ci restituisce del suo paese è così quello di una teoria di personaggi problematici tutti protesi nello sforzo di mutare la prooria condizione di partenza. Accade per la madre di Alma, donna di mezza età alla ricerca di una stabilità sentimentale e lavorativa, così accade alle amiche di Alma annoiate dalla vita provinciale che non appare offrire nulla a ragazze delle loro età. E a maggior ragione, vale per Alma la cui vicenda è sintomatica di tutte le altre.

E così' accanto ai tormenti della giovane Alma, la bellissima e bravissima Helene Bergholm, di cui la regista è maestra nel cogliere le espressioni ingenuamente provocanti e a rivelarne tutta la forza seduttiva, assistiamo all'incontro scontro di diverse umanità tutte tese ad un cambiamento che vuol dire anche un temuto mettersi in gioco.

Turn Me On Goddammit, dopo aver convinto le platee di mezzo mondo, conquista anche noi, grazie anche ad un finale di quelli che strappano l'applauso.

(Daniele Sesti)



Cast

Helene Bergsholm   Helene Bergsholm

... Alma

    Malin Bjorhovde

... Sara

    Matias Myren

... Artur

Dati Tecnici

Nazione

 

Norvegia

Regia

 

Jannicke Systad Jacobsen

Sceneggiatura

 

Jannicke Systad Jacobsen

Fotografia:

 

Marianne Bakke

Colonna Sonora

 

Ginge Anvik

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................