La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Nuit Blanche

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2011
L'Altro Cinema - Extra

..............................



Nuit Blanche

(Nuit Blanche)

Film del: 2011     Genere: Drammatico
Durata: 99 minuti   



Trama:

Uno sbirro corrotto. Un colpo andato male. Molto male. E lo sbirro scopre in una notte striata di polvere bianca e di sangue cosa significa essere padre (dovrà liberare il figlio adolescente che è stato preso in ostaggio dai malviventi) schivando proiettili e agguati.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Nuit Blanche

Dopo aver sdoganato, negli anni 80, il filone di film incentrati su amori straziati e strazianti (da Betty Blue in poi), il Cinema francese sembra oggi rilanciare un'altra tendenza: il film noir. Soltanto negli ultimi due anni, tra Il Profeta, i due Nemici Pubblici di Cassell e tanti altri, gli amici transalpini sono tornati al vecchio amore quando Jean Paul Belmondo e Alain Delon rapivano i cuori di spettatrici a colpi di mitraglietta.

In Nuit Blanche gli elementi del genere ci sono tutti: poliziotti corrotti, spacciatori, rapimenti e chi più ne ha più ne metta e sono tutti incastrati in maniera perfetta. Un film che si svolge all'ottanta per cento in un unico ambiente (una discoteca) può puzzare perlomeno di claustrofobia e invece, il film di Frédéric Jardin è assolutamente dinamico. Un personaggio abbastanza negativo che quasi da subito diventa un supereroe, non dico buono ma perlomeno simpatico e dei cattivi (che rimangono cattivi) che a tratti sembrano personaggi da fumetto, sono soltanto due degli ingredienti di questo filmone.

Nella fuga perenne dell'interprete principale c'è la fuga da una morte certa ma anche da un ruolo che purtroppo si è rivelato un'arma a doppio taglio. E in tutto questo correre, la cosa più importante, è che piano piano (o forte forte) si crea la consapevolezza di un altro ruolo ben più importante: quello del padre.

Un film diretto da un regista che è stato assistente di Godard e Sautet e scritto da un ex critico dei Cahiers du Cinéma, non può certo lasciare spazio ad una patinatura politically correct e questo è un altro punto a suo favore perché Nuit Blanche è sporco al punto giusto. Tutto sta perfettamente insieme in questo racconto dove lo stesso schema del racconto narrativo conta poco perché, come detto prima, tutto si svolge in una fuga che è l'unico senso del film stesso. Una fuga che è anche un andare verso, come due concetti opposti che continuamente si incontrano e si scontrano. Insomma, un film assolutamente da vedere.

(Renato Massaccesi)



Cast

Joey Starr   Joey Starr
(44 anni circa in questo film)

... Feydek

    Julien Boisselier

... Lacombe

    Tomer Sisley

... Vincent

Dati Tecnici

Nazione

 

Francia

Regia

 

Frédéric Jardin

Sceneggiatura

 

Nicolas Saada

Fotografia:

 

Tom Stern

Colonna Sonora

 

Nicolas Errèra

Produzione:

 

uFilm / Chic Films / Saga Film / Paul Thiltges Distributions

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................