La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Circumstance

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2011
L'Altro Cinema - Extra

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




02/11/2011
Circumstance una finestra su un mondo vicino ma sconosciuto

..............................

Circumstance

(Circumstance)

Film del: 2011     Genere: Drammatico
Durata: 107 minuti   



Trama:

Nella classifica di Indiewire tra i migliori film indipendenti dell’anno, premio del pubblico al Sundance, il vivido esordio della giovanissima Maryam Keshavarz è la cronaca complice e dispiegata di una dolce vita vissuta insieme al terrore dei commissariati. Atafeh e Shireen, entrambe di sconvolgente bellezza e seduzione, pari al desiderio di vita e trasgressione che le anima nelle notti di Tehran, sembrano muoversi, allo stesso tempo, con irrisione e prudenza nell’Iran di oggi. Il loro rapporto è destinato alla condanna, da parte della famiglia e dalla società. Quanto coraggio serve per dominare le conseguenze dell’amore e basta una dittatura religiosa per reprimerlo e desertificarlo? Illuminato da un linguaggio dalla scansione nitida che alterna in continuazione concentrazione cerebrale, e fisicità dirompente, è sospinto da due protagoniste che si muovono come dee pagane fra amor fou, tradimento e passione senza mai rinunciare ad un sospiro della loro disarmante e rivoluzionaria sensualità.



Vota il film!

Voto medio: 8,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Circumstance

Maryam Keshavarz, è lei la regista iraniana che coraggiosamente ha portato sugli schermi la storia di due adolescenti Atafeh (Nikohl Boosheri) e l'orfana Shireen (Sarah Kazemy) che si innamorano nella Teheran di oggi, dove i guardiani della rivoluzione ti inseguono armati di mazza per controllare cse porti il velo o se il tuo viso non sia ”macchiato” da mascara o da rossetto. Il coraggio di Maryam di raccontare di come quotidianamente e insidiosamente l'ortodossia religiosa si insinua anche in quella che è una famiglia culturalmente elevata e con aspirazioni di emancipazione; il coraggio di Maryam di far urlare ad una delle protagoniste : “Fanculo la madre di di tutti i Mullah!” in una discoteca clandestina dove la trasgressione è ballare in minigonna o avvicinarsi ad un ragazzo che ti piace; il coraggio di Maryam di muovere la cinepresa con ampi avvolgenti movimenti dall'alto a disegnare la simmetria di un amore che si completa nella certezza di essere l'unica via di fuga da una realtà impossibile da sopportare.

Sullo sfondo di un Iran sempre più preda dell'inumana ortodossia religiosa, seguiamo il rapporto delle due ragazze evolversi fino a divenire la consapevolezza di un sentimento molto più forte di una semplice amicizia; il conflitto con le famiglie e la società circostante è inevitabile ma lo scontro ci è raccontato senza immergere il pennello in tinte dai forti toni drammatici; il regime stilistico della regista è quello di mantenere sempre alto il livello di razionalità e di lasciare ai suoi personaggi la libertà di scelta su dove dirigere il proprio destino. E la determinatezza delle due ragazze sarà proprio il fascio di luce che ci condurrà ad un finale che potrebbe anche sembrare aperto.

La Keshavarz, dunque, oltre a dimostrarsi buona scrittrice, dirige il suo film – girato in Libano per motivi di sicurezza – con navigata bravura, peccando forse in una eccessiva lunghezza, difetto tipico di chi ama profondamente le proprie opere. Ma non c'è solo la perizia della regista. Circumstance va visto anche per la bravura e la straordinaria bellezza delle due ragazze attrici le cui simili caratteristiche fisiche – non sappiamo se volutamente o meno – creano un disorientante effetto di confusione.

Dal Sundance al Festival di Roma, un'opera da non perdere.

(Daniele Sesti)



Cast

Nikohl Boosheri   Nikohl Boosheri

... Atafeh

Sarah Kazemy   Sarah Kazemy

... Shireen

    Reza Sixo Safai

... Mehran

Dati Tecnici

Nazione

 

USA / Iran / Francia / Libano

Regia

 

Maryam Keshavarz

Sceneggiatura

 

Maryam Keshavarz

Fotografia:

 

Brian Rigney Hubbard

Colonna Sonora

 

Gingger Shankar

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................