La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Alpis

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2011
Concorso

..............................



Alpis

(Alpeis)

Film del: 2011     Genere: Drammatico
Durata: 93 minuti   



Trama:

Un’infermiera, un paramedico, una ginnasta e il suo allenatore hanno creato un servizio a pagamento, consistente nel sostituirsi a persone morte su commissione dei parenti, degli amici o dei colleghi del deceduto.



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Alpis

E’ spesso così tremendamente sottile il confine tra originalità e sregolatezza, che si fatica a comprendere con quale dei due abbiamo a che fare; ed Alps, film del regista greco Lanthimos, sembra un prodotto creato appositamente per metterci in difficoltà.

L’idea di raccontare la storia di una bislacca associazione che offre un servizio a pagamento come quello della sostituzione di persone morte, per alleviare il dolore di parenti ed amici, è aberrante e al tempo stesso cinematograficamente stimolante. La follia di una simile attività ben si concilia con quella dei personaggi, tutti molto vicini alla visione dell’Assurdo di Beckett, lontani dalla concezione di realtà, quasi inquietanti nella loro apparente dabbenaggine, estremamente paradossale al cospetto dei ripetuti strampalati atteggiamenti. L’immagine così delirante che danno di sè stessi non è dovuta soltanto alle motivazioni che dettano le “Alpi”, ma è ben evidente che gli sballati comportamenti si ripropongono anche nella loro vita quotidiana; così non c’è da stupirsi di un incesto o dei numerosi dialoghi privi di senso.
Gli attori sono molto bravi a rendere credibile una storia alquanto improbabile, e la loro interpretazione spesso forzatamente fredda e fuori contesto è perfetta per una trama del genere.

Quello che non convince invece è altro, ovvero le motivazioni che possano spingere un regista a realizzare un film di questo tipo, e soprattutto quale possa essere la sfera d’interesse che coinvolga il pubblico. Seguire la pellicola di Lanthimos è assai complicato, e inoltre quando si intuisce il significato e lo scopo dell’associazione diventa persino noioso perché al di là della diversità degli atteggiamenti dei personaggi e dei loro mutamenti, non c’è mai uno scatto in avanti nella trama e tutto è molto ripetitivo.
Forse condensato in un film inferiore alla mezzora si sarebbe sfiorato il capolavoro, mentre così si rischia di perdere anche quel che c’è di buono.

(Tiziano Costantini)



Cast

    Aris Servetalis

    Johnny Vekris

Dati Tecnici

Nazione

 

Grecia

Regia

 

Giorgos Lanthimos

Sceneggiatura

 

Giorgos Lanthimos

Fotografia:

 

Christos Voudouris

Produzione:

 

Graal / Haos Films

Distribuzione:

 

non distribuito

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................