La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Il Mercante di Stoffe

Il Mercante di Stoffe

(Il mercante di stoffe)

Film del: 2011     Genere: Drammatico
Durata: 78 minuti   Uscito al cinema il: 13/05/2011   


Vota il film!

Voto medio: 4,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Il Mercante di Stoffe

Vista la tendenza degli ultimi anni, a questo punto va veramente chiarita una cosa: il Cinema non è la televisione! Andrebbe detto a tutti i registi e gli attori che, onesti professionisti del piccolo schermo, si accingono ad una più “grande” avventura. Il fatto che Antonio Baiocco non sia neanche al suo esordio cinematografico, non fa altro che irrigidire una critica che voleva partire con tutte le buone intenzioni.

Un film non può essere fatto di continui primi piani che stanno lì per far dire agli attori “guarda un po' quanto siamo fighi” e poi ci dovrebbe essere almeno la premura di far corrispondere ad ogni inquadratura un controcampo perlomeno adatto (cosa che in questo film è tradita spesso). Il Mercante di Stoffe vorrebbe essere, almeno credo, uno di quei film in cui è la sensualità a farla da padrone, in cui tutto è fatto di seta (le stoffe da cui il titolo), in cui l'atmosfera nordafricana è interprete principale assieme agli attori. Invece niente di tutto questo.

E poi, se questo non bastasse, c'è la sceneggiatura, che dire imbarazzante è dir poco. Cioè: fin dalla prima inquadratura si sa chi farà cosa e come finirà il tutto. E se questo può essere giustificato dal fatto che il film vorrebbe essere una mezza favola da mille e una notte, ciò non toglie che anche una favola debba essere realizzata almeno benino. Tant'è che la morale, che ci parla di un'umanità femminile ferita, sembra anch'essa fuori luogo (andatevi a ripescare Donne Senza Uomini di Shirin Neshat, se volete capire quella ferita).

Persino le scene più drammatiche, che aspirerebbero perlomeno ad emozionare, sembrano finte: tempeste di sabbia in un teatro di posa, pose da calendario di Max o paesaggi da cartolina. Insomma, dispiace dirlo, non c'è una cosa che tenga all'interno di questo film e il fatto che Sebastiano Somma abbia lottato senza tregua per far sì che il film fosse distribuito, non fa altro che amplificare il dispiacere perché, vista la fatica, avrebbe potuto lottare per qualcosa che avesse al suo interno un po' più di qualità.

(E.P.)



Cast

Sebastiano Somma   Sebastiano Somma
(51 anni circa in questo film)

... Alessandro

    Emanuela Garuccio

... Najiba

    Marta Bifano

... Silvia

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Antonio Baiocco

Sceneggiatura

 

Antonio Baiocco / Franco Cardì

Fotografia:

 

Maurizio Calvesi / Adolfo Batoli

Colonna Sonora

 

Tony Esposito / Sasà Flauto

Produzione:

 

Kartisia

Distribuzione:

 

Digital Network Microcinema

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................