La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Senza Arte Né Parte

Senza Arte Né Parte

(Senza arte né parte)

Film del: 2011     Genere: Commedia
Uscito al cinema il: 06/05/2011   


La visione che Albanese ci dà è, ancora una volta, dolce amara; un Italia malridotta dove è difficile crearsi un solido futuro


Trama:

Salento: c’è aria di crisi. Il Premiato Pastificio Tammaro chiude la vecchia fabbrica con l’idea di riaprirne presto una nuova, completamente meccanizzata. Tutta la squadra di operai addetti allo stoccaggio manuale, si ritrova disoccupata.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Senza Arte Né Parte

Il cinema italiano continua a sfornare commedie: Giovanni Albanese, con il suo Senza arte né parte, ci regala un racconto simpatico in cui la crisi economica che colpisce un gruppo di operai del sud, incontra l’arte contemporanea. Cosa può uscirne fuori se non un impasse comica?

Enzo, Carmine e Bandula sono tre manovali appena licenziati da un grosso pastificio. Il proprietario li riassume per fare da guardiani ad un gruppo di opere d’arte che ha acquistato per rivenderle all’asta e fare soldi. Ma cosa vorrà mai significare una scarpa con dentro una bottiglia di whisky, o un vassoio pieno di rosette imbiancate di vernice? L’intento di ridicolizzare quell’arte che spesso offende il buon gusto e l’intelligenza di chi l’arte la ama e la studia, non è velato ma decisamente palese. Smorzato forse dall’interesse che le opere riescono comunque a suscitare nell’operaio, che tutti immaginano come ignorante ma che può nascondere curiosità nei confronti delle espressioni artistiche.

Girato nella splendida cornice pugliese, dove spicca il barocco tipico della zona, il film si snoda attraverso le gustose vicissitudini dei quattro protagonisti: ai tre sventurati si aggiunge infatti Marcellino, un giovanotto che vive di lavoretti illegali ma che conosce alla perfezione il mestiere di restauratore, e suggerisce a Enzo il modo per raggiungere il rosso ideale con cui rifare una tela di Fontana.

In un momento in cui ai registi e agli sceneggiatori italiani piace far sperimentare i vari dialetti della nostra penisola – vedi il fiorentino nel recente C’è chi dice no - ecco che Giuseppe Battiston, Paolo Sassanelli e Giulio Beranek, danno una vivace interpretazione dell’accento pugliese, mentre Salemme mantiene quasi inalterata la sua parlata napoletana.
La visione che Giovanni Albanese ci dà è, ancora una volta, dolce amara come già successo in film quali, ancora, C’è chi dice no – scritto non a caso dallo stesso Filippo Bonifacci, sceneggiatore di Senza arte né parte - o Nessuno mi può giudicare.
Ritratti di un Italia malridotta, dove è difficile andare avanti e crearsi un futuro solido. Ma questa volta il regista e lo sceneggiatore hanno lasciato sullo sfondo la situazione economica in cui versa il nostro paese, per concentrarsi sulle avventure rocambolesche e, diciamocelo, poco plausibili, in cui si cacciano i personaggi. L’arte sembra rimanere la vera protagonista: quell’arte che si vende all’asta per migliaia di euro, esibita nelle gallerie, voluta dai ricchi che, spesso e volentieri, come nel caso di Tammaro o del Notaio Varrone, non ne capiscono nulla. Quell’arte cui lo stesso regista ha dato vita in quanto artista che ha all’attivo numerose mostre personali, non sono in Italia ma anche all’estero.
Piacevole e scorrevole, originale e divertente, tragicomico. Un altro capitolo della nuova commedia all’italiana.

(Daria Castelfranchi)



Cast

Giuseppe Battiston   Giuseppe Battiston
(43 anni circa in questo film)

... Carmine Bandiera

Donatella Finocchiaro   Donatella Finocchiaro

... Aurora

Vincenzo Salemme   Vincenzo Salemme
(54 anni circa in questo film)

... Enzo Gesumunno

Paolo Sassanelli   Paolo Sassanelli

... Alfonso Tammaro

Ernesto Mahieux   Ernesto Mahieux

... don Elio

Dati Tecnici

Regia

 

Giovanni Albanese

Distribuzione:

 

01 Distribution

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................