La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Faccio un Salto all'Avana

Faccio un Salto all'Avana

(Faccio un salto all'Avana)

Film del: 2011     Genere: Commedia
Durata: 96 minuti   Uscito al cinema il: 22/04/2011   


Dar vita a commedie pulite diviene un'esigenza ed una forzatura che mal si concilia con quello che dovrebbe essere lo spirito leggero


Trama:

Fedele e Vittorio sono due fratelli orfani dal carattere opposto. Fedele sempre dedito ai suoi doveri, Vittorio perso nelle donne e nel gioco d'azzardo. Vittorio decide di inscenare la sua morte, ma Fedele se ne accorge casualmente dopo 6 anni e scopre che è a Cuba.



Vota il film!

Voto medio: 4,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Faccio un Salto all'Avana

La fantastica capitale cubana è la location scelta per il film di Dario Baldi, una commedia romantica (l'ennesima) che deve tutto, quanto meno per quelli che possiamo definire pregi, alle colorate e vive atmosfere sudamericane, di un paese incredibilmente affascinante ed apparentemente stabile lungo una linea dello spazio-tempo che sembra non andare avanti, né tornare indietro.
L'intento è dichiaratamente quello di discostarsi dal filone cinepanettoniano, nonostante un luogo come L'Avana induca a ritenere diversamente. Ormai assistiamo troppo spesso alla volontà di dar vita a commedie "pulite", tanto che diviene quasi un'esigenza ed una forzatura che mal si concilia con quello che dovrebbe essere lo spirito leggero di film di questo tipo, e così può accadere che ci si dimentica della necessità di costruire una trama forte, che se non arrivi ad essere l'apoteosi dell'originalità riesca quantomeno a non cadere nella pericolosa ma a quanto pare allettante trappola della banalità.

E così, se una regia, seppur adeguatamente curata, non può portar alla vittoria una squadra nata con una struttura fragile, frutto di una facile ripetitività e colma di elementi che giudicare inutili sarebbe riduttivo, ecco che non bastano neppure le interpretazioni di due ottimi attori come Brignano e Pannofino, e a questo punto salvare la barca che affonda è un'impresa persa in partenza, già in sede di rilettura.
Il paradosso più grande in tutta questa storia è che se perseveriamo (in quanto Italia) nel cavalcare quest'onda che dagli addetti ai lavori è considerata come una novità, ma che - per restare in metafora - appare più artefatta di quelle dei parchi acquatici, non ci dovremo stupire se verremo presto travolti dall'onda anomala causata dal nostro stesso gioco, così innaturale, così poco divertente. Se in una commedia di 100 minuti non si trova il modo per strappare una risata, qualcuno inizierà a rimpiangere l'ironia trash di qualche tempo fa.

(Tiziano Costantini)



Cast

Enrico Brignano   Enrico Brignano
(45 anni circa in questo film)

... Fedele Diotallevi

Francesco Pannofino   Francesco Pannofino
(53 anni circa in questo film)

... Vittorio Diotallevi

    Aurora Cossio
(30 anni circa in questo film)

... Almadedios

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Dario Baldi

Sceneggiatura

 

Massimiliano Orfei / Lorenzo De Marinis

Fotografia:

 

Vittorio Omodei Zorini

Produzione:

 

Rodeo Drive

Distribuzione:

 

Medusa

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................