La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Angéle e Tony

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2010
Settimana Internazionale della Critica

..............................



Angéle e Tony

(Angéle ets Tony)

Film del: 2010     Genere: Drammatico
Durata: 87 minuti   Uscito al cinema il: 29/04/2011   


L’ambientazione ipnotica di questa favola moderna è una delle principali componenti per capire fino in fondo l’interazione fra i vari personaggi


Trama:

Normandia. Angèle è una giovane donna allo sbando che non può prendersi personalmente cura del figlio affidato dai giudici ai nonni paterni.
Tony è un pescatore abituato al sacrificio, che vive con la madre vedova da quando suo padre è scomparso in mare. Entrambi in cerca di un legame, si trovano grazie ad un annuncio. Il primo incontro non sarà dei più felici.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Angéle e Tony

Se c’è una cosa che si deve riconoscere al cinema francese è il saper coniugare una struttura narrativa valida, anche se alcune volte apparentemente esile, ad uno stile diretto, senza fronzoli ed ammiccamenti. Questa combinazione fa sì che i loro prodotti siano, comunque, esportabili all’estero, cioè vendibili. Ma questo modo di pensare e fare non vale solo per un certo cinema cosiddetto d’autore, ma anche per il genere horror, noir o commedia; qualsiasi cosa se fatta con criterio è vedibile al di fuori del paese d’origine. Angéle e Tony di Alexi Delaporte ne è l’ennesima prova.

Riprendendo lo stile ormai classico dei fratelli belgi Dardenne, Angéle e Tony non è solo una storia di amore riconosciuto lentamente ma anche di redenzione. Una redenzione da parte della giovane e bella Angéle, capace di darsi al primo venuto per un semplice pupazzo giocattolo da regalare al figlio, compiuta a piccoli passi, con frasi non dette, molte bugie e tanto orgoglio non riconosciuto.

L’ambientazione ipnotica di questa favola moderna è una delle principali componenti per capire fino in fondo l’interazione fra i vari personaggi. Port-en– bessin, in Normandia, dove la regista passava le sue estati è il luogo giusto per questa urgenza narrativa.

Contorniata da quel paesaggio l’anima dura ed allo stesso tempo fragile di Angéle si scontra con quella granitica di Tony, il quale crede che la ragazza non appartenga a quel mondo fatto di mare e pescatori, ma più a quello della città.

In realtà la regista non svela molto del passato della giovane, o meglio lo svela a poco a poco, ma senza rispondere a dei quesiti essenziali. Ma quello che importa per la Delaporte è fotografare la fase di cambiamento di Angéle. Toccante, duro e poetico Angéle e Tony è un film che inquadra poco e fa parlare ancora meno. Ma è in quel poco che si riconosce il vero cinema.

(Marco Massaccesi)



Cast

Clotilde Hesme   Clotilde Hesme

... Ang?le

    Grégory Gadebois

... Tony

Dati Tecnici

Nazione

 

Francia

Regia

 

Alix Delaporte

Sceneggiatura

 

Alix Delaporte

Fotografia:

 

Claire Mathon

Colonna Sonora

 

Mathieu Maestracci

Produzione:

 

Lionceau Films / Canal+ / Cofinova 6 / CNC / CinéCinéma

Distribuzione:

 

Sacher

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................