La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

La Fine è il Mio Inizio

La Fine è il Mio Inizio

(Das Ende Ist Mein Anfang)

Film del: 2011     Genere: Biografico / Drammatico
Durata: 98 minuti   Uscito al cinema il: 01/04/2011   



Trama:

Al termine della sua vita densa di avvenimenti, il grande viaggiatore, appassionato giornalista e autore di libri di successo, Tiziano Terzani, si ritira a vivere con sua moglie nell’appartata casa di famiglia in Toscana. Vede chiaro in se stesso, è preparato a chiudere il cerchio della sua vita.
Convoca a sé il figlio Folco, che vive a New York. Gli vuole raccontare la storia della propria vita, l’infanzia e la giovinezza a Firenze, i tre decenni trascorsi come corrispondente dall’Asia per il Corriere della Sera e la Repubblica, e infine lo sconvolgente viaggio dentro sé stesso, quando a causa del cancro si congeda dal giornalismo e si apre a esperienze spirituali in Asia. Tre anni presso un grande saggio nell’isolamento dell’Himalaya diventano per lui l’esperienza decisiva. Gli rendono possibile guardare alla morte pacatamente.



Vota il film!

Voto medio: 6,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: La Fine è il Mio Inizio

Sicuramente la biografia di Tiziano Terzani è stata un viaggio appassionato e avventuroso compiuto in tempi in cui gli ideali contavano veramente qualcosa (come dovrebbe sempre essere e non è più). La sua passione per l'Asia, per una rivoluzione (im)possibile, per un giornalismo schiavo di niente sono elementi che naturalmente chiedevano e chiedono di essere impressi su carta o su pellicola. Ed è per questo che Jo Baier, documentarista famosissimo in Germania, si è cimentato nell'impresa di portare sugli schermi l'autobiografia del celebre giornalista.

C'è da dire che svolgere visivamente La Fine è il Mio Inizio, non poteva essere impresa facile perché racchiudere, in un'ora e mezzo, un racconto così intenso comportava molte trappole. Purtroppo Baier è riuscito soltanto in maniera parziale a rendere il tutto. Va, comunque, riconosciuto il coraggio, da parte di un documentarista, per aver realizzato un film assolutamente teatrale, dove due persone dialogano infinitamente di tutto. Bravissimi Bruno Ganz ed Elio Germano, che in certi punti sembra quasi in soggezione davanti al maestro tedesco, ma è il panorama (spirituale e materiale), in cui la “confessione” di una vita si svolge, che spesso risulta assolutamente didascalico.

Se il messaggio di Tiziano Terzani era quello di un'armonia cosmica dove le vite delle persone che ami, e da cui sei amato, si fondono fino a confondersi, tutto questo non sembra essere uscito fuori. Nella resa di Baier, è soltanto il personaggio di Tiziano Terzani ad avere un vero sviluppo (anche da fermo), tutti gli altri sembrano mere appendici. La moglie che sembra quasi una domestica, la figlia che fa solo un cameo, persino il figlio che è coprotagonista, sembra essere soltanto un cronista neanche troppo preso dalla situazione (non per colpa di Elio Germano). Ed è per questo che quel movimento in cui tutto si ricompone sembra non esserci.

Però il film, per quanto non riuscito fino in fondo, ha il merito di far conoscere l'opera e i pensieri di un grandissimo cronista dei nostri tempi e in una cosa non si può biasimare Jo Baier: forse nessun altro regista sarebbe riuscito a rendere perfettamente tutta la vita che è in quelle pagine.

(Renato Massaccesi)



Cast

Bruno Ganz   Bruno Ganz
(70 anni circa in questo film)

... Tiziano Terzani

Elio Germano   Elio Germano
(31 anni circa in questo film)

... Folco Terzani

    Erika Pluhar
(72 anni circa in questo film)

... Angela Terzani

Andrea Osvart   Andrea Osvart
(32 anni circa in questo film)

... Saskia Terzani

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia / Germania

Regia

 

Jo Baier

Sceneggiatura

 

Folco Terzani / Ulrich Limmer / Tiziano Terzani

Fotografia:

 

Judith Kaufmann

Colonna Sonora

 

Ludovico Einaudi

Produzione:

 

Degeto Film / Beta Film / RAI Cinema / Collina Film / BR / SWR / Arte / B.A. Produktion

Distribuzione:

 

Fandango

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................