La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Cyrus

Cyrus

(Cyrus)

Film del: 2010     Genere: Commedia / Drammatico / Romantico
Durata: 91 minuti   Uscito al cinema il: 10/12/2010   


Sembra proprio girato come se fosse un film d’autore...


Trama:

La vita sociale di John ha un tracollo quando scopre che la sua ex moglie sta per risposarsi. Ad una festa, però, John fa la conoscenza di Molly, la donna della sua vita. Il rapporto all'inizio é idilliaco, fino a quando incontra Cyrus, il figlio di Molly....



Vota il film!

Voto medio: 5,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Cyrus

C’è solo un cartello con il titolo all’inizio di Cyrus. Uno di quei cartelli scarni che farebbero pensare a tutt’altro tipo di cinema, forse quello fatto da Lars Von Trier per non citare Jean Luc Godard, e non ad un prodotto mainstream canonico. Dopo questa prima etichetta quello che viene subito dopo sembra proprio girato come se fosse un film d’autore: personaggi al limite del reale, inquadrature a seguire le loro reazioni, zoom sui primi piani improvvisi, senza per forza star lì a sottolineare un emozione. Sembra proprio un film ‘altro’. Un qualcosa di europeo o, se si vuole restare in territorio americano, un episodio della serie The Shield.

Malgrado sullo schermo appaiano i volti di Marisa Tomei, Catherine Keener e, soprattutto, John C. Relly tutto sembra visto da un'altra prospettiva. Una prospettiva meno patinata e d’effetto. Jay e Mark Dupass, fratelli con all’attivo un altro film passato al Sundance Film Festival qualche anno fa, hanno un metodo tutto loro di girare del quale, pare, gli attori siano felicissimi. Perciò niente segni per dove fermarsi sul set, niente movimenti già provati, niente di tutto ciò: gli interpreti devono essere liberi di andare dove gli pare e anche di improvvisare. Liberi da schemi e da imposizioni: l’emozione deve essere fluida.

Ecco perciò vedere un John C. Relly forse al pieno delle sue potenzialità in un film tutto per lui, a parte la dolce Marisa Tomei, dove è costretto a fare i conti con il figlio ventenne della sua nuova compagna. Personaggio imprevedibile e malefico capace di fare di tutto per tenersi la bella mammina tutta per sé.

Dopo una sinossi del genere viene proprio da chiedersi se, per una storiella così semplice, sia adatto usare questo metodo così ‘libero’ di girare. Perché il punto è tutto lì. I nuovi cineasti d’oltreoceano ci provano a trovare altre forme di narrazione, alcuni ci riescono anche, ma se il contenuto rimane lo stesso di sempre siamo di fronte ad un'altra sindrome. Quella di Avatar. Macchinari tecnologici, in quel caso, nuovi software, anni di lavoro, per poi raccontare la solita solfa sul bene ed il male. Almeno qua non ci sono gli spilungoni blu. Passabile.

(Marco Massaccesi)



Cast

Jonah Hill   Jonah Hill
(27 anni circa in questo film)

... Cyrus

John C. Reilly   John C. Reilly
(45 anni circa in questo film)

... John

Marisa Tomei   Marisa Tomei
(46 anni circa in questo film)

... Molly

Catherine Keener   Catherine Keener
(50 anni circa in questo film)

... Jamie

    Matt Walsh
(46 anni circa in questo film)

... Tim

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Mark Duplass / Jay Duplass

Sceneggiatura

 

Mark Duplass / Jay Duplass

Fotografia:

 

Jas Shelton

Colonna Sonora

 

Michael Andrews

Produzione:

 

Scott Free Productions

Distribuzione:

 

20th Century Fox

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................