La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Il Responsabile delle Risorse Umane

Il Responsabile delle Risorse Umane

(The Human Resources Manager)

Film del: 2010     Genere: Drammatico
Durata: 103 minuti   Uscito al cinema il: 03/12/2010   


Da gran regista qual è, Riklis sa che l’ironia grottesca - se ben dosata - non è mai un ostacolo tra i meandri di una storia melodrammatica


Trama:

In seguito a un attentato terroristico, una dipendente straniera di un famoso panificio di Gerusalemme rimane uccisa. Al responsabile delle risorse umane spetta un luogo viaggio per ricondurre il cadavere della donna nella terra d’origine.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Il Responsabile delle Risorse Umane

Dal romanzo omonimo di Abraham B. Jehoshua, il regista del Giardino dei limoni Eran Riklis riesce a restituire al testo narrativo l’enigma e il nonsenso, celato tra le pagine del libro. Nella pellicola il responsabile delle risorse umane, interpretato dall’attore di origini ucraine Mark Ivanir, è una figura che dopo il recente divorzio ha infilato nella toppa una chiave, serrando ermeticamente il suo cuore sanguinante. A smantellare il ferro della propria corazza interiore che inizia pian piano a soffocarlo è, però, un inatteso scherzo del destino. Assistiamo così allo sgretolamento della maschera di cinismo che si era inerzialmente assestata sul suo volto, allorché il responsabile delle risorse umane è costretto a intraprendere un viaggio per dare degna sepoltura a un’ex dipendente straniera. Più di una volta, l’uomo prova il desiderio irrefrenabile di scappare via a gambe levate, dal momento che trova assolutamente impossibile dare credito a quella sorta di armata Brancaleone che lo accompagna lungo le fredde lande dell’Unione Sovietica. Di personaggi strampalati nel Responsabile delle risorse umane ce ne sono davvero per tutti i gusti: un piccolo giornalista antiborghese e un po’ ipocrita, un adolescente selvaggio, un autista con il vizio di alzare troppo il gomito e una coppia di ambasciatori di mezza età, innamorati come due ragazzini. Eppure, saranno proprio i suoi scalcinati compagni ad accendere in lui il desiderio di saldare i conti con la coscienza.

Nell’ultima opera dell’autore della Sposa siriana affiora l’attrazione del protagonista per un percorso iniziatico che parte e far ritorno a quella città considerata come luce del faro per ebrei, cristiani e mussulmani: Gerusalemme. Riklis applica le potenzialità di un discorso situato tra due termini dialettici come cosmopolitismo e localismo, in una società che tende ad accettare l’espandersi del globalismo contemporaneo. L’accenno al conflitto israelo-palestinese traccia una linea di connessione tra pressoché tutte le sequenze di un lungometraggio che, altrimenti, potrebbe potenzialmente sfidare i confini di una fiaba morale, per la sua finalità didascalico - edificante. Sarà per questo che l’identità anagrafica di ogni personaggio è stata deliberatamente rimossa? Non si tratta di una semplice dimenticanza, ma di un atto deliberato del regista. Infatti, osservando con attenzione l’accaduto si può notare come soltanto la salma sia in possesso di un nome e cognome, sebbene il suo volto sia sradicato da un corpo tangibile e mostrato solo in foto.
Da gran regista qual è, Riklis sa che l’ironia grottesca - se ben dosata - non è mai un ostacolo tra i meandri di una storia melodrammatica, in fuga da schemi precisi e codificati.

(Maria Cristina Caponi)



Cast

Mark Ivanir   Mark Ivanir
(42 anni circa in questo film)

... manager delle risorse umane

    Gila Almagor
(71 anni circa in questo film)

... la vedova

    Reymond Amsalem

... il divorziato

    Julian Negulesco
(64 anni circa in questo film)

... vice console

Dati Tecnici

Nazione

 

Israele

Regia

 

Eran Riklis

Sceneggiatura

 

Noah Stollman / Abraham B. Jehoshua

Fotografia:

 

Rainer Klausmann

Colonna Sonora

 

Cyril Morin

Produzione:

 

2-Team Productions / EZ Films / Pie Films

Distribuzione:

 

Sacher

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................