La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Little Sparrows

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2010
Selezione Ufficiale

..............................



Little Sparrows

(Little Sparrows)

Film del: 2010     Genere: Drammatico
Durata: 88 minuti   



Trama:

Storia di una famiglia che ha inizio nell'insolita cornice natalizia di una torrida estate australiana. Susan (Nicola Bartlett) è sposata con James (James Hagan), attore veterano baciato dal successo in tarda età e affettuosamente egoista e distratto. Insieme hanno tre figlie e quando il cancro al seno di Susan si diffonde, tutti loro sono costretti ad affrontare la realtà.



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Little Sparrows

Quattro donne e le loro storie che si incontrano per motivi familiari (sono una madre e le sue tre figlie) e per motivi strettamente femminili, questa è la linea principale di Little Sparrows, film che sembra narrato in punta di dita, e lo è, pur essendo assolutamente tragico. Se pensate che un tumore che avanza fino alla risoluzione estrema non possa essere raccontato in maniera “soffice”, allora il film di Yu-Hsiu Camille Chen potrà farvi cambiare idea.
Nina, Anna e Christine hanno tre vite lontane, tutte segnate in maniera negativa o positiva da un rapporto di coppia, ed è proprio da questa situazione che la linea principale del film prende spunto. In Little Sparrows la controparte maschile assume un ruolo perlomeno inaffidabile. E anche se alla fine sembra esserci una specie di tenerezza nei confronti dei personaggi maschili, da parte della regista, è pur vero che a partire dal padre che non c’è mai, arrivando alla vedovanza di Nina, passando per la negazione dell’uomo nel rapporto da parte di Christine, omosessuale, la figura maschile è assolutamente assente.
Ed è per questo che il film della Chen è squisitamente femminile. Il rapporto tra la madre Susan, in un letto di ospedale, e le tre ragazze permette che le tre storie vengano svelate, lasciando presagire tutte le possibilità che si potrebbero avverare o no. Quella sorta di confessionale fa sì però che lo svelamento del tutto stupisca per prime proprio le tre giovani quando, davanti ad una quarta confessione (quella della madre) si sarebbe potuta costruire un’altra storia che forse avrebbe riscattato tutte o forse no.
Il film è affascinante perché nonostante il rapporto tra le quattro donne sia esclusivo, tutti gli altri personaggi vi si inseriscono in maniera sottile quasi chiedendo permesso. I tre racconti si intrecciano sfiorandosi in una serie di flashback che riportano sempre ad un tempo per cui le durate e i limiti non hanno senso e che non si spezza neanche dopo la morte della madre. Un tempo che potremmo definire senza alcun problema tempo del cuore.

(Renato Massaccesi)



Cast

    Nicola Bartlett

    James Hagan

    Nina Deasley

    Melanie Munt

    Arielle Gray

Dati Tecnici

Nazione

 

Australia

Regia

 

Yu-Hsiu Camille Chen

Sceneggiatura

 

Yu-Hsiu Camille Chen

Fotografia:

 

Jason Thomas

Colonna Sonora

 

Keith Van Geyzel / Tim Count

Produzione:

 

Bolderpictures

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................