La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Uomini di Dio

Uomini di Dio

(Des hommes et des dieux)

Film del: 2010     Genere: Costume / Drammatico
Durata: 120 minuti   Uscito al cinema il: 22/10/2010   



Trama:

Un monastero in cima alle montagne del Maghreb in un periodo non precisato degli anni ‘90... Otto monaci cistercensi francesi vivono in armonia con la popolazione musulmana. Vicini agli abitanti del villaggio, partecipano alle loro attività lavorative e alle loro feste e si occupano delle loro quotidiane necessità mediche. Quando un gruppo di lavoratori stranieri viene massacrato, il panico si impadronisce della regione. L’esercito cerca di convincere i monaci ad accettare una protezione armata, ma i confratelli la rifiutano.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Uomini di Dio

Cos’è che unisce Dio all’uomo e, soprattutto, cos’è che li separa? Forse l’unica risposta posiibile è la fede. L’elemento fondamentale che fa sia da collante che da sparti acque fra l’essere umano e quello che viene definito il suo creatore è forse quella devozione tipica di qualisasi popolo verso il proprio credo.

In Uomini di Dio di Xavier Beauvois la spiegazione non viene solo dalla fede, o meglio, parte da un esigenza più epidermica da parte degli umani quale l’amore, il bisogno, il desiderio, per arrivare, poi, a quel tipo di devozione.

Il racconto parla di una confraternita di padri trappisti vissuta in territorio algerino per molti anni a contatto con la religione musulmana. Il gruppo di sette monaci è totalmente addentrato nella comunità, cura i loro bambini, va alle loro feste, vende i loro prodotti allo stesso mercato, ma questo non basta, purtroppo, i frati faranno parte della storia per ben altre faccende.

Liberamente ispirato a fatti realmente accaduti il racconto si svolge nel 1996, anno fatidico icui questi monaci si trovano nel bel mezzo di alcuni atti terrostici proprio in prossimità di questa piccola comunità. Il regista per i ruoli principali ha scelto tutti attori navigati come Lambert Wilson e Michael Lonsdale, nei quali volti sono ben segnati i solchi del tempo e ogni impercettibile movimento del viso sta a sottolineare una diversa emozione, un diverso stato d’animo. E proprio grazie a queste facce che la narrazione, ad un certo punto, prende un'altra piega staccandosi da quel quasi realismo adottato da Beauvois per quasi tutto il racconto; in una scena, l’unica musicata, Uomini di Dio diventa un film. Adottando un linguaggio altro, etereo, quasi angelico e devestante allo stesso tempo.

Uomini di Dio è un opera calma, come ciò che rappresenta, quasi statica, dove Beauvois ha voluto concentrare il rapposto fra l’uomo e Dio, riuscendo a fare, infine, un film altamente laico dove quest’ultimo, il divino, manca totalmente. Per questo motivo la fede diventa il fulcro centrale del racconto. Centrale per i monaci, i quali, grazie a questa devozione, rimangono fino all’ultimo nel villaggio malgrado la loro vita sia in pericolo; e centrale per i terroristi, i quali, per il loro credo compiono atti terribili ed irreversibili. Sentito e commovente.

(Marco Massaccesi)



Cast

Lambert Wilson   Lambert Wilson
(52 anni circa in questo film)

... Christian

Michael Lonsdale   Michael Lonsdale
(79 anni circa in questo film)

... Luc

Olivier Rabourdin   Olivier Rabourdin

... Christophe

    Philippe Laudenbach

... C?lestin

    Jacques Herlin

... Am?d

Dati Tecnici

Nazione

 

Francia

Regia

 

Xavier Beauvois

Sceneggiatura

 

Xavier Beauvois / Etienne Comar

Fotografia:

 

Caroline Champetier

Produzione:

 

Why Not Productions / Armada Films / France 3 / Canal+ / CNC / CinéCinéma

Distribuzione:

 

Lucky Red

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................