La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Five Day Shelter

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2010
Selezione Ufficiale

..............................



Five Day Shelter

(Five Day Shelter)

Film del: 2010     Genere: Drammatico
Durata: 85 minuti   



Trama:

Irlanda: nel corso di cinque giornate alcune persone si sfiorano, incrociando i rispettivi destini. E senza saperlo, finiscono per influenzare reciprocamente le proprie esistenze, a volte in modo positivo, più spesso in modo drammatico. Sorprendente ballata triste con sprazzi visionari.



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Five Day Shelter

Visto che ormai, ogni film che ci arriva dall’Irlanda o dalla Gran Bretagna, sembra essere assolutamente invischiato in un’analisi sociale del posto da cui proviene (grandissima scuola!), ci troviamo quasi spiazzati quando ci troviamo ad assistere ad un racconto che non ce l’ha con nessun bersaglio politico. Eppure, nonostante questo, anche un film come Five Day Shelter che parla soltanto di vita, porta paradossalmente con sé un significato sociale.

L’opera prima di Ger Leonard sembra non dare speranza a niente e nessuno e se anche, alla fine sembra esserci quasi un riscatto da parte di alcuni personaggi è pur vero che quello che rimane negli occhi e nel cuore è un senso di eterna inadeguatezza dei personaggi stessi, nei confronti del mondo.

Five Day Shelter, come avrete potuto intuire, non è un film facile ma ciò non toglie che sia affascinante. Sviluppato in una serie di quadri frammentati che sembrano non toccarsi mai se non attraverso dei personaggi che entrano di passaggio in una storia o nell’altra (e che proprio attraverso questi si toccano in profondità), il film, racconta delle storie che spesso non sono neanche storie. Vite emarginate, stanche di cercare riscatto, disilluse su tutto, passano sullo schermo quasi spogliate di ogni forma di bellezza. Ma Ger Leonard è bravo a dare un senso quasi poetico al tutto, creando un film che avanza lentissimamente, portandosi dietro un senso di poesia nascost, ma pronta a svelarsi a chiunque la voglia cogliere.

Scandito da passaggi di cani che guardano le persone quasi per vedere se anche loro ce la fanno ad uscire dalla gabbia prima dei cinque giorni fatali (il titolo del film è il rifugio di cinque giorni che si dà in un canile prima di sopprimere la povera bestia), Five Day Shelter non è certo un film per coloro che amano l’azione. Qui tutto scorre in maniera stanca e pesante, in balia di eventi eccezionalmente grandi che allo stesso tempo sembrano quasi ordinari, come se ci fosse uno spazio e un tempo che sono soltanto della gabbia. E visto che di gabbie così è pieno il mondo, allora c’è da ricredersi perché quel sociale di cui parlavamo all’inizio è più presente di quanto pensavamo di vedere.

(Renato Massaccesi)



Cast

    Antonia Campbell-Hughes

... Paula

    Michael Ford-FitzGerald
(31 anni circa in questo film)

... Nick

    Ines Catalano

... infermiera

    Charles De Bromhead

... infermiere

    Michael Ford-FitzGerald
(31 anni circa in questo film)

... Nick

    John Lynch
(49 anni circa in questo film)

... Stephen

    Stella McCusker

... Margaret

Dati Tecnici

Nazione

 

Irlanda

Regia

 

Ger Leonard

Sceneggiatura

 

Ger Leonard

Fotografia:

 

Tim Fleming

Colonna Sonora

 

Alex Leonard

Produzione:

 

Paradox Pictures / RedRay Films

Distribuzione:

 

non distribuito

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................