La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Benvenuti al Sud

..............................
ARTICOLI CORRELATI




28/09/2010
Benvenuti al Sud: ecco l'anti-Barbarossa

..............................

Benvenuti al Sud

(Benvenuti al Sud)

Film del: 2010     Genere: Commedia
Durata: 102 minuti   Uscito al cinema il: 01/10/2010   


La forza degli stereotipi è troppo grande da essere abbattuta, e pertanto l'opera rimane chiusa dietro questa porta, senza trovare la chiave per uscirne.


Trama:

Alberto vive in Brianza, ma viene trasferito per lavoro in un paesino vicino Napoli. Quando parte è triste, preoccupato, e pieno di pregiudizi; eppure la sua permanenza non sarà poi così tragica.



Vota il film!

Voto medio: 5,44

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Benvenuti al Sud

L'idea di base era quella di realizzare un remake italiano del film francese Giù al Nord. Ma la collaborazione Medusa-Cattleya, dopo averne acquistato i diritti, sceglie di portare nelle nostre sale la realtà dello "stivale", quella dell'eterna controversia Nord/Sud, vista anche e soprattutto dall'ottica della gente, e dal loro senso di appartenza al nostro bel paese, mostrandoci che non bisogna fare di tutta l'erba un fascio. Per far questo si affida proprio alla regia di un cineasta campano, Luca Miniero, all'esordio in solitaria, dopo le collaborazioni con Paolo Genovese.

A fare da cornice ad un'opera così ambiziosa sono i cliché, che per tutto il film si susseguono, ironizzando sugli usi e i costumi del meridione e sulla rigidità del settentrione.
C'è spazio per il divertimento, e spesso sono proprio le scene dove dominano i luoghi comuni a regalare al pubblico la risata.
Tuttavia, analizzata dalla prospettiva del leitmotiv, c'è un dannoso rovescio della medaglia che sancisce tale impronta come causa della fase calante del film.
La forza degli stereotipi è troppo grande da essere abbattuta, o meglio elusa, e pertanto l'opera rimane chiusa dietro questa porta, senza trovare la chiave per uscirne.
E' una tematica che per una classica commedia all'italiana risulta un ostacolo insormontabile: troppo alto per essere valicato, troppo resistente per essere abbattuto. Un vero peccato, perchè proprio Bisio ci aveva mostrato con Si può fare quanto in realtà bastino le armi giuste per aggirare la barriera, dando alla pellicola un carattere deciso, pur mantenendo il gusto della comicità.

Ad ogni modo, parlando di commedia in senso stretto, la coppia Bisio-Siani si dimostra assolutamente efficace, esibendosi in esilaranti gags, coadiuvati tra l'altro da un gruppo di personaggi decisamente perfetti e ben disposti nel panorama generale.
La pellicola risulta comunque godibile, ma è un pò come un bellissimo testo con una base musicale non all'altezza.

(Tiziano Costantini)



FILM CORRELATI:

  • (2012) Benvenuti al Nord

  • (2008) Giù al Nord

  • Cast

    Alessandro Siani   Alessandro Siani

    ... Mattia

    Angela Finocchiaro   Angela Finocchiaro
    (55 anni circa in questo film)

    ... Silvia

    Claudio Bisio   Claudio Bisio
    (53 anni circa in questo film)

    ... Alberto

    Valentina Lodovini   Valentina Lodovini
    (32 anni circa in questo film)

    ... Maria

        Naike Rivelli
    (36 anni circa in questo film)

    ... poliziotta

    Dati Tecnici

    Nazione

     

    Italia

    Regia

     

    Luca Miniero

    Sceneggiatura

     

    Luca Miniero / Massimo Gaudioso / Franck Magnier / Dany Boon

    Fotografia:

     

    Paolo Carnera

    Colonna Sonora

     

    Massimo Scipione

    Produzione:

     

    Cattleya / Medusa Film

    Distribuzione:

     

    Medusa

    ...............................................
    GALLERIA FOTOGRAFICA
    ...............................................





    ..............................

    scrivi la tua opinione

    ..............................