La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Hai Paura del Buio

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2010
Settimana Internazionale della Critica

..............................



Hai Paura del Buio

(Hai paura del buio)

Film del: 2010     Genere: Drammatico
Durata: 95 minuti   Uscito al cinema il: 06/05/2011   


Tutto il film è pervaso da un’angoscia penetrante, di cui il buio perenne e i giochi di luce e ombra che nascondono i volti pei protagonisti, si fa portavoce


Trama:

Eva, una rumena che vive a Bucarest, ha vent’anni ed esce per l’ultima volta dalla fabbrica in cui lavora perché non le hanno rinnovato il contratto. Decide che è giunto il momento di partire e la sua meta è Melfi, sperduto paese dell’entroterra meridionale italiano, noto per l’enorme insediamento della Fiat. Trovata ospitalità da Anna, una sua coetanea che lavora in fabbrica, inizia a seguire un gruppetto di donne, poi tra queste ne sceglie due, infine una sola. Eva diviene la sua ombra, ne spia ogni movimento, ne conosce alla perfezione abitudini e occupazioni. Finché decide che è tempo di affrontare la sua preda in un faccia a faccia drammatico.
Eva e Anna sono finalmente vicine, finalmente libere: ma se Eva ha compiuto il suo percorso, quello di Anna è solo all’inizio.



Vota il film!

Voto medio: 7,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Hai Paura del Buio

Presentato durante la Settimana Internazionale della Critica, alla scorsa edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, Hai paura del buio è un film interessante, con un buon soggetto, che però non ha saputo sfruttare appieno le sue potenzialità.
Massimo Coppola, artista, autore di programmi televisivi e radiofonici, nonché regista, si è lasciato andare a uno stile sperimentale che richiama il cinema degli anni ’70 - prova ne siano i brani dei Joy Division - che poco sposa il tema affrontato nel film e il linguaggio cinematografico odierno cui il pubblico è abituato.
Il largo ricorso al fermo immagine e ai piani sequenza rallenta l’andamento della storia: ma tutto il film di Coppola scorre lento come la vita di Melfi e dintorni, dove le enormi pale eoliche sovrastano le colline. In questo deserto nostrano, si consuma il dramma di due giovani: una rumena giunta in Italia alla ricerca di una persona – di cui scopriamo l’identità solo alla fine - ed una giovane che, mentre il padre lavativo sta a casa a guardare la televisione, lavora nella fabbrica della Fiat per mantenere la famiglia e la nonna malata.

Tutto il film è pervaso da un’angoscia penetrante, di cui il buio perenne e i giochi di luce e ombra che nascondono i volti pei protagonisti, si fa portavoce. Il dramma di Eva e Anna ha un sapore mistery e un’aura da thriller: i dialoghi sono profondi e l’intreccio in generale è buono. Peccato solo per gli inutili virtuosismi cui si è abbandonato il regista, troppo legato, forse, alle stravaganze del suo mestiere di autore di installazioni artistiche.
Ciò che spazientisce maggiormente sono i brani musicali ad un volume assordante che improvvisamente si interrompono, lasciando il passo alla scena successiva ed interrompendo il continuum narrativo. Che sia voluto o meno, questo trucchetto cui il regista ricorre più volte nel corso del film, è davvero fastidioso. Degne di nota invece le interpretazioni delle giovani protagoniste, in primis la bella Alexandra Pirici, rumena, che nel 2007 ha preso parte al film Un’altra giovinezza di Francis Ford Coppola. Curiosa omonimia.

In un momento in cui imperano le commedie, più o meno impegnate, più o meno divertenti, Hai paura del buio esula dal panorama del cinema italiano delle ultime settimane, per inserirsi nel filone dei film d’autore, quelli che forse pochi vedranno, ma validi, da scoprire. Nonostante i peccatucci formali.

(Daria Castelfranchi)



Cast

    Erica Fontana

... Anna

    Alexandra Pirici
(28 anni circa in questo film)

... Eva

    Antonella Attili

... madre di Anna

Manrico Gammarota   Manrico Gammarota

... padre di Ana

    Alfio Sorbello

... Bruno

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Massimo Coppola

Sceneggiatura

 

Massimo Coppola

Fotografia:

 

Daria D'Antonio

Produzione:

 

Indigo Film / Bim / MiBAC / Media Programme of the European Community / MTV Italia

Distribuzione:

 

Bim

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................