La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Il Cigno Nero

..............................
FESTIVAL

Festival di Venezia 2010
Concorso

..............................



..............................
ARTICOLI CORRELATI




07/02/2011
Il Brutto Anatroccolo

..............................

Il Cigno Nero

(Black Swan)

Film del: 2010     Genere: Thriller
Durata: 103 minuti   Uscito al cinema il: 18/02/2011   



Trama:

Un thriller psicologico ambientato nel mondo del balletto newyorchese, la cui protagonista è Nina, ballerina che vive per la danza. Soffocata dall’autorità della madre ex ballerina, Nina cerca nuove soddisfazioni nella carriera...



Vota il film!

Voto medio: 5,12

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Il Cigno Nero

Se avevo qualche dubbio sulla circostanza che Darren Aronofsky fosse un regista sopravvalutato, Il Cigno Nero li ha fugati tutti.
Dopo il polpettone sanguinolento di The Wrestler (incomprensibilmente trionfatore a Venezia), e la metafisica da parrucchiere di L’albero della vita, ora ci propone un melò horror dove, nel raccontare l’odissea di una ballerina (Nina) alla quale finalmente viene assegnata una parte da protagonista (l’Odette del Lago dei Cigni, per l’appunto), perde completamente il senso delle cose confondendo finzione e realtà, immedesimandosi così profondamente nel ruolo da credere di essere lei stessa il cigno (bianco e nero) di cui danza le delicate movenze.
E fin qui, non ci sarebbe niente di male. L’argomento è di sicuro interesse: arte e vita, realtà e finzione, il tormento e l’estasi dell’artista che vive e muore per le sue creazioni. Aronofsky, però, declina verso un taglio horror e misterico che trasforma l’estati dell’artista nelle paturnie di una psicopatica che si autopunisce per la propria (presunta) incapacità e alla quale crescono (ma solo nella sua mente) delle piume nerofumo dalla candida epidermide.

Come nella migliore delle tradizioni di una storia del genere, l’origine dei guai della ballerina (tutta unghie spezzate e tendini tesi allo spasmo) non può non essere che una madre ossessiva e premurosa (l’ottima Barbara Hershey), frustrata per una carriera (anche lei danzatrice) interrotta a causa della nascita della figlia. Situazioni scontate, dunque, come i dialoghi che non si elevano oltre a quelli già sentiti in un telefilm di qualche anno fa… (Saranno Famosi, tanto per non fare nomi...).
Insomma, Aronofsky non convince, nonostante l’apparente elevata ispirazione che sembra informare l’opera, il film, girato essenzialmente in due ambienti (la casa di Nina e il Teatro, a parte la digressione nel locale notturno) è imbevuto di simboli vetero psicoanalitici e se ciò può tollerarsi in un regista elegante e raffinato come Shyamalan, mal si digeriscono se sono invece proposti con un certo (cattivo) gusto verso il sadico e il ripugnante. Così come non convince la pur celebrata Natalie Portman (che ci vogliono a tutti costi presentare come la nuova Jodie Foster): la sua perenne espressione di timore non è sufficiente a colorare i due cigni che dovrebbe interpretare: né bianco né nero, ma solo un tenue stemperato grigio.

(Daniele Sesti)



Cast

Natalie Portman   Natalie Portman
(29 anni circa in questo film)

... Nina Sayers

Mila Kunis   Mila Kunis
(27 anni circa in questo film)

... Lily

Vincent Cassel   Vincent Cassel
(44 anni circa in questo film)

... Thomas Leroy

Barbara Hershey   Barbara Hershey
(62 anni circa in questo film)

... Erica Sayers

Winona Ryder   Winona Ryder
(39 anni circa in questo film)

... Beth Macintyre

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Darren Aronofsky

Sceneggiatura

 

Darren Aronofsky

Produzione:

 

Phoenix Pictures / Protozoa Pictures / Cross Creek Pictures / Fox Searchlight

Distribuzione:

 

20th Century Fox

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................
L'ULTIMA OPINIONE


Il Genio di Aronofsky!

..............................

leggi le opinioni

..............................

scrivi la tua opinione

..............................