La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Crazy Heart

Crazy Heart

(Crazy Heart)

Film del: 2009     Genere: Drammatico
Durata: 111 minuti   Uscito al cinema il: 05/03/2010   



Trama:

Bad Blake é una leggenda della musica country, ma la sua dipendenza dall'alcohol lo costringe a suonare in desolate balere. Un giorno, però, incontra Jean, giovane giornalista di una cittadina sconosciuta con un figlio piccolo. L'amore per la donna lo porterà ad una lenta redenzione.



Vota il film!

Voto medio: 7,50

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Crazy Heart

Un film come Crazy Heart si potrebbe riassumere in tre parole o sintetizzare in tre accordi. Gli accordi principali della musica country, in questo caso. Strana musica, in realtà, quella denominata country and western. Strana perché sembra lontana anni luce dalla nostra cultura così “tradizionalista”, eppure molto vicina per i continui riferimenti che questo “modello”, in qualche modo, ci impone.

Riferimenti visvi il più delle volte, basti pensare ai soliti cow boy a cavallo, praterie desolate e cappelli a larghe falde per coprirsi dal caldo sole dell’Arizona o del New Mexico.

Due brani in particolare di questa musica possono da far da fulcro al film diretto da Scott Cooper: una è “I saw the light” di Hank Williams Jr. e l’altra “Crazy” cantata dalla leggendaria Patsy Cline. In Crazy Heart questi due pezzi non ci sono, ma è come se fossero gli spiriti guida di Jeff Bridges, cantante alla deriva ma con molto talento ancora vivo nello corpo e nell’anima.

Il brano “I saw the light”, tradotto letteralmente ‘Ho visto la luce’, è forse l’idea principale di Crazy Heart. Scritto da un mito della musica country come Hank Williams la canzone parla, appunto, di un uomo che riesce a vedere un barlune di speranza in fondo al lungo ed oscuro tunnel della vita.

A Jeff Bridges ciò che gli mostra la luce è l’incontro con una giovane giornalista di periferia con prole al seguito, venuta per intervistarlo durante una delle tappe della sua tourné fra balere e Bowiling desolati, e desolanti.

Il “Crazy” di Patsy Cline si mostra, naturalmente, quando si tratta di gestire questa situazione in quanto il country singer consumato non solo viene da altri fallimentari matrimoni, ma è imperante, nella sua vita, la dipendenza dall’alcohol.

Crazy Heart scorre come un film di Hal Ashby, anche se senza troppi picchi narrativi, con un Jeff Bridges che prende per sé tutta la scena (l’attore aveva già interpretato la parte di un alcolizzato in uno degli ultimi film di Ashby) cantando e suonando in maniera ipnotica e struggente.

Crazy Heart si può raccontare in tre parole o, appunto, suonarlo in tre accordi. Ma è come si eseguono questi tre arpeggi che fa la differenza: si possono usare per produrre una splendida canzone o, al contrario, distruggere un brano con delle grandi potenzialità. E, questa volta, il pezzo è suonato splendidamente.

(Marco Massaccesi)



Cast

Jeff Bridges   Jeff Bridges
(60 anni circa in questo film)

... Bad Blake

Maggie Gyllenhaal   Maggie Gyllenhaal
(32 anni circa in questo film)

... Jean Craddock

Robert Duvall   Robert Duvall
(78 anni circa in questo film)

... Wayne

Colin Farrell   Colin Farrell
(33 anni circa in questo film)

... Tommy Sweet

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Scott Cooper

Sceneggiatura

 

Scott Cooper / Thomas Cobb

Fotografia:

 

Barry Markowitz

Colonna Sonora

 

T-Bone Burnett / Stephen Bruton

Produzione:

 

Butcher's Run Films / Informant Media

Distribuzione:

 

20th Century Fox

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................