La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Urlo

Urlo

(Howl)

Film del: 2010     Genere: Biografico
Durata: 90 minuti   Uscito al cinema il: 27/08/2010   


Si può trasmettere la poesia sullo schermo? Difficile rispondere. Howl riesce a trasmettere il suo fratello maggiore letterario? La risposta è -tragicamente- no.


Trama:



Vota il film!

Voto medio: 

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Urlo

Allen Ginsberg è forse il poeta simbolo della beat generation, il movimento poetico letterario nato negli Stati Uniti nel secondo dopoguerra. La Beat generation era caratterizzata da una forte protesta nei confronti della società del tempo alla luce del disastro dell'ultimo conflitto. Non era però solo il senso di rivolta ad animare giovani come Kerouac, Cassady e Bukowski, ma anche un forte vitalismo e una forte necessità di libera espressione dei bisogni più profondi ed essenziali dell'uomo. Il loro stile era diretto, il linguaggio violento e tratto dalla strada, il ritmo sincopato come il Jazz, la lingua musicale dei ghetti e della passione.

Il film di Rob Epstein e Jeffrey Friedman concentra la vicenda di Ginsberg tra gli anni 55-57, lasciandola ruotare intorno al famoso processo che vide il poeta alla sbarra con un'accusa di oscenità per il poema Howl. L'omonima pellicola ha una struttura tripartita e rimescolata: da una parte c'è la drammatizzazione di un'intervista audio allo stesso Ginsberg, poi ripreso nella pubblica lettura del proprio poema. In secondo luogo c'è un tentativo di trasformare la parola poetica in linguaggio visivo, tramite animazioni in computer grafica. Vero motore della vicenda è però il processo per oscenità, ed è l'unica parte del prodotto di Epstein/Friedman che ha uno sviluppo autentico (se si vuole escludere la parte marginale sulla scoperta della propria sessualità da parte di Ginsberg). L'unica parte dotata di un qualche valore ma molto limitata nell'economia della pellicola.

La parte peggiore del film sono gli inserti in computer grafica, un vero e proprio atto di violenza nei confronti della poesia. Naturalmente la poesia della beat generation può non incontrare i gusti di tutti, ma quello che avviene in Howl va al di là delle semplici questioni di estetica individuale. La poesia è fatta di ritmo, di linguaggio e di immagini che vengono evocate dal potere della parola, e che vengono trasmesse direttamente al mondo interiore di chi ascolta. Voler rendere con delle animazioni quella stessa poesia è un'imposizione da parte degli autori del film, un atto di forza con cui si vuole imporre la propria visione, un orrore che supera persino le premesse del processo per oscenità contro Ginsberg.

Sulla lettura stessa si apre poi un secondo problema. Gli autori spesso non sanno leggere i propri testi. I poeti della beat generation in particolare erano dei pessimi interpreti di se stessi. Quindi lo scimmiottamento di Ginsberg portato sullo schermo dal pur bravo James Franco si trasforma in una lunga, agghiacciante declamazione che più probabilmente allontanerà chi l'ascolta dalla Beat generation piuttosto che avvicinarlo. Con effetti, dunque, del tutto opposti rispetto ai propositi degli autori di questo prodotto del tutto deprecabile.

(Mauro Corso)



Cast

James Franco   James Franco
(32 anni circa in questo film)

... Allen Ginsberg

David Strathairn   David Strathairn
(61 anni circa in questo film)

... Ralph McIntosh

Mary-Louise Parker   Mary-Louise Parker
(46 anni circa in questo film)

... Gail Potter

Jeff Daniels   Jeff Daniels
(55 anni circa in questo film)

... Prof. David Kirk

Jon Hamm   Jon Hamm
(39 anni circa in questo film)

... Jake Ehrlich

Alessandro Nivola   Alessandro Nivola
(38 anni circa in questo film)

... Luther Nichols

Treat Williams   Treat Williams
(59 anni circa in questo film)

... Mark Schorer

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Rob Epstein / Jeffrey Friedman

Sceneggiatura

 

Rob Epstein / Jeffrey Friedman

Fotografia:

 

Edward Lachman

Colonna Sonora

 

Carter Burwell

Produzione:

 

Werc Werk Works

Distribuzione:

 

Fandango

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................