La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Wolfman

..............................
ARTICOLI CORRELATI




01/03/2010
Un lupo mannaro pieno di difetti

..............................

Wolfman

(The Wolfman)

Film del: 2010     Genere: Drammatico / Fantastico / Horror
Durata: 102 minuti   Uscito al cinema il: 19/02/2010   


Sebbene la storia si intrisa di dramma shakespeariano, la sua anima è splatter. Non si nega la visione di alcuna mutilazione, né di copiosi litri di sangue


Trama:

In seguito al morso di un lupo mannaro Lawrence Talbot rimane contagiato dalla maledizione e a sua volta si trasforma nelle notti di plenilunio perdendo il controllo delle sue azioni.



Vota il film!

Voto medio: 4,40

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Wolfman

Dopo il revival dei vampiri era piuttosto lecito aspettarsi un ritorno di un’altra grande e classica stirpe di mostri dell’immaginario collettivo: i licantropi.
Già i vari episodi di Underworld, con i loro lycans, avevano dato un primo segnale, poi Harry Potter con il suo Remus Lupin ed infine qualche B movie –nemmeno distribuito-; ora arriva Wolfman con il veterano Joe Johnston alla regia, ma soprattutto con Rick Baker (Un lupo mannaro americano a Londra) al trucco.
L’efficacia di un film simile è, ovviamente, basata sulla capacità di stupire lo spettatore con la trasformazione del licantropo e con le scene in cui l’uomo-lupo è protagonista.

In questa riedizione del mostro della Universal (lo ricordiamo nel ’41 con Lon Chaney Jr.) è non solo Benicio del Toro, ma tutta la sua famiglia a dover condividere la maledizione.
L’atmosfera è piuttosto gotica e lo scenario è quello della Londra vittoriana.
La bestia –con la sua furia primigenia- sembra incarnare quella diversità che ci si rifiuta di comprendere. Lo stesso Lawrence non viene ascoltato quando tenta di spiegare a chi lo circonda il suo dramma, anzi viene trattato come un malato mentale.
Servirà il proverbiale bagno di sangue per far si che i “parrucconi” accettino la semplice esistenza del mostro.

Sebbene la storia si intrisa di dramma shakespeariano, la sua anima è splatter. Non si nega la visione di alcuna mutilazione, né di copiosi litri di sangue.
La creatura non si nasconde nelle facili ombre, ma si erge in tutta la maestosa bellezza di ore di trucco, per essere più credibile e spaventosa che mai.
L’apice di questa visione si raggiunge nell’agognato (dallo spettatore) momento della trasformazione in cui la maestria degli effetti speciali da il meglio di se, molto di più che a metamorfosi avvenuta.

(Valerio Salvi)



Cast

Benicio Del Toro   Benicio Del Toro
(43 anni circa in questo film)

... Lawrence Talbot

Anthony Hopkins   Anthony Hopkins
(73 anni circa in questo film)

... Sir John Talbot

Emily Blunt   Emily Blunt
(27 anni circa in questo film)

... Gwen Conliffe

Hugo Weaving   Hugo Weaving
(50 anni circa in questo film)

... commissario Abberline

    Art Malik
(58 anni circa in questo film)

... Singh

    Roger Frost

... reverendo Fisk

    Jessica Manley

... zingara

    Rick Baker
(60 anni circa in questo film)

... zingaro / vittima

Dati Tecnici

Nazione

 

USA / Regno Unito

Regia

 

Joe Johnston

Sceneggiatura

 

Curt Siodmak / David Self / Andrew Kevin Walker

Fotografia:

 

Shelly Johnson

Colonna Sonora

 

Danny Elfman

Produzione:

 

Universal Pictures / Relativity Media / Stuber Productions

Distribuzione:

 

Universal Pictures

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................