La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Green Zone

Green Zone

(Green Zone)

Film del: 2010     Genere: Thriller
Durata: 129 minuti   Uscito al cinema il: 09/04/2010   



Trama:

E' il 2003, il primo maresciallo luogotenente Roy Miller e la sua squadra di ispettori ricevono dai loro comandanti l'incarico di scovare nel deserto dell'Iraq i depositi dove si suppone siano custodite armi di distruzione di massa. Sfrecciando da un'insidia all'altra, in luoghi zeppi di trappole esplosive, gli uomini ricercano i composti chimici mortali, ma si imbattono in un'elaborata copertura che sconvolge il proposito della loro missione.



Vota il film!

Voto medio: 4,71

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Green Zone

Chiariamolo subito. L’agente Bourne non c’entra nulla. Green Zone non è solo un film d’azione, effetti speciali e fantasia, è qualcosa di più.
E’ un mezzo attraverso il quale il pubblico americano può mettere in atto la sua catarsi dall’incubo della guerra in Iraq. E’ il risultato dell’elaborazione di una teoria cospiratoria che, non solo potrebbe essere plausibile, ma è talmente verosimile da sembrare perfino più reale della realtà.

In una Bagdad appena liberata dal regime di Saddam Hussein si scontrano gli interessi dei diplomatici e quelli dei servizi segreti corrotti che, pur di poter continuare ad avere una longa manus nel paese mediorientale scendono a biechi compromessi. La forza del film sta soprattutto nell’avere come sfondo avvenimenti storici ancora troppo vicini per rimanere indifferenti. Ecco che quindi le carte da gioco con le immagini dei generali iracheni e la città di Baghdad, immortalata nel nostro immaginario per il suo fascino e splendore nei racconti delle “Mille e una notte” e ora sventrata dai carri armati, sono lo sfondo ideale su cui far muovere un uomo, Roy Miller, che era arrivato lì “per salvare più vite possibili” e che invece si ritrova ad essere uno dei tanti pezzi sulla scacchiera di malefici giocatori.

Paul Greengrass lascia a casa la favola e riabbraccia la tanto amata telecamera a spalla per imboccare i vicoli di Baghdad così come qualche anno fa aveva attraversato le strade di Derry, in Bloody Sunday. Sigle militari, tute mimetiche e fucili di precisione hanno preso il posto delle barricate e delle marce di protesta, ma la condanna del potere che si cala dall’altro (in entrambi i casi letteralmente) e si erge a giudice supremo è la stessa. Il bravo Matt Damon lo supporta egregiamente in questa missione che, abbandonando false ideologie e costrutti complessi, può riassumersi semplicemente nella frase “non sta a voi americani decidere che cosa deve succedere qui” pronunciata da Freddy, l’iracheno traduttore, dopo aver ucciso uno dei più sanguinari generali iracheni.

(Teresa Lavanga)



Cast

Matt Damon   Matt Damon
(40 anni circa in questo film)

... Roy Miller

Greg Kinnear   Greg Kinnear
(47 anni circa in questo film)

... Clark Poundstone

Brendan Gleeson   Brendan Gleeson
(55 anni circa in questo film)

... Martin Brown

    Khalid Abdalla

... Freddy

Jason Isaacs   Jason Isaacs
(47 anni circa in questo film)

... Colonnello Briggs

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito / Francia / Spagna

Regia

 

Paul Greengrass

Sceneggiatura

 

Brian Helgeland

Fotografia:

 

Barry Ackroyd

Colonna Sonora

 

John Powell

Produzione:

 

Universal Pictures

Distribuzione:

 

Medusa

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................