La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Il Mondo dei Replicanti

..............................
SITO UFFICIALE 1
..............................



Il Mondo dei Replicanti

(Surrogates)

Film del: 2009     Genere: Azione / Fantascienza / Fumetti / Thriller
Durata: 89 minuti   Uscito al cinema il: 08/01/2010   


L’idea è certamente molto “Philp K. Dick”, con un’umanità schiava di se stessa... o meglio della sua voglia di apparire piuttosto che di essere


Trama:

Ormai nel mondo tutti hanno un "surrogato", ovvero una sorta di androide replicante comandato a distanza con cui interagire con il mondo senza muoversi da casa. Il problema nasce quando qualcuno inizia ad elimanrli e ad uccidere chi li controlla.



Vota il film!

Voto medio: 5,67

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Il Mondo dei Replicanti

Forse bisognerebbe partire dal titolo del nuovo film di Mostow per chiarire subito quanto sia fuorviante, esattamente quanto le aspettative, probabilmente basse, di tutti quelli che hanno visto Terminator 3.
I “replicanti” di blade runneriana memoria non c’entrano proprio un bel nulla.
Purtroppo è sempre molto difficile convincere le distribuzioni italiane che a volte non vi è alcuna necessità di sfruttare vecchi traini, soprattutto quando si ha in mano qualcosa di nuovo e soprattutto funzionante. Per non tacere del fatto che il 90% dei ragazzi sotto i 25 anni non ha la minima idea di cosa sia Blade Runner.
Ma torniamo a noi e ai “surrogati” protagonisti del film (e del fumetto da cui è tratto).

L’idea è certamente molto “Philp K. Dick”, con un’umanità schiava di se stessa. O meglio della sua voglia di apparire piuttosto che di essere (ma forse non è gia così?). I surrogati, più che copie delle interfacce con il mondo, che gli esseri umani utilizzano hanno fatto si che tutti ne siano schiavi e soprattutto lo siano della corporazione che ne detiene il brevetto.

Il film del cineasta del Connecticut ha, in primis, il pregio di essere breve, forse addirittura troppo considerando che la trama avrebbe potuto avere numerosi sviluppi, ma d’altronde non ci sono fronzoli, si va dritti al punto con un Bruce Willis roccioso e concreto (ed anche sanguinante) come al solito.
James Cromwell, ancora una volta, dopo Io, Robot veste i panni del demiurgo artefice di questo futuro meccanizzato, mentre a Ving Rhames viene affidato il ruolo del Profeta, l’uomo che vuole cambiare il mondo, ma che non sembra proprio nel suo ruolo migliore.

Nel complesso un film interessante che riesce a toccare più di una corda, certo avrebbe potuto dare di più, ma alla fine, fa il suo onesto lavoro.

(Valerio Salvi)



Cast

Bruce Willis   Bruce Willis
(54 anni circa in questo film)

... Tom Greer

James Cromwell   James Cromwell
(69 anni circa in questo film)

... Dr. Canter

Radha Mitchell   Radha Mitchell
(36 anni circa in questo film)

... agente Peters

Rosamund Pike   Rosamund Pike
(30 anni circa in questo film)

... Maggie Greer

Ving Rhames   Ving Rhames
(50 anni circa in questo film)

... il Profeta

    Boris Kodjoe
(36 anni circa in questo film)

... comandante Stone

    Jack Noseworthy
(40 anni circa in questo film)

... Strickland

Dati Tecnici

Nazione

 

USA

Regia

 

Jonathan Mostow

Sceneggiatura

 

Michael Ferris / John D. Brancato / Robert Venditti / Brett Weldele

Fotografia:

 

Oliver Wood

Colonna Sonora

 

Richard Marvin

Produzione:

 

Touchstone Pictures / Mandeville Films / Road Rebel / Wintergreen Productions

Distribuzione:

 

Buena Vista

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................