La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Vegas

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2009
Alice

..............................



Vegas

(Vegas)

Film del: 2009     Genere: Drammatico
Durata: 108 minuti   



Trama:

Non si può scegliere la propria famiglia, ma si possono scegliere gli amici. Dopo avere assistito all'aggressione di sua madre, Thomas viene inviato in un centro di assistenza giovanile. Nessuno gli dirà dove sia finito suo fratello e Thomas giura a se stesso che lo ritroverà.



Vota il film!

Voto medio: 6,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Vegas

Tre storie di adolescenze ferite raccontate in una Norvegia fredda e distante come gli adulti descritti in questo film, incapaci, quasi tutti, di intervenire positivamente sulle vite dei loro figli.

Un bambino che perde la madre in mare, un ragazzo che perde la madre annegata in un egoismo senza eguali, una ragazza che cerca i genitori lì dove non potrà mai trovarli, dietro di loro la debole apparenza di una speranza rappresentata da Vegas (Las Vegas) utopica e ingannatrice, queste le tre storie che si intrecciano fino a diventarne una sola, scandita dai mesi che vanno dalla tiepida estate al rigido inverno.

Sono soli, “nessuno sa dove sono gli altri”, si dicono nascosti in un appartamento disabitato o seduti su un container sotto la pioggia. Gunnar Vikene, regista ed autore, punta l’accento soprattutto sull’assoluta incomunicabilità tra i due mondi rappresentati dai ragazzi e dagli adulti, e di come questa mancanza di contatto possa essere causa di vere e proprie tragedie. L’unica speranza per i tre giovani protagonisti è l’amicizia tra di loro, e l’infrangersi anche di questa fragile comunità non può che portare a tragiche conseguenze. Questa è la tesi del film che scorre lentamente, con pochi sussulti, abbellito da un’attenzione per il lato estetico spesso in contrasto con la vicenda che si racconta.

La sceneggiatura, che privilegia l’elemento umano su quello sociale, è attenta anche a mettere in risalto alcuni dati psicoanalitici. Vediamo così tic, e risposte non date, lapsus e porte che si chiudono lentamente ma inesorabilmente.
Plot verso il quale i tre bravi protagonisti si adeguano, soprattutto il più piccolo (Sindre Kvalvåg Jacobsen) misurando la loro prova senza soverchie sbavature.

Il finale è doppio, onirico e liberatorio ma anche emblematico come una sentenza di condanna che statuisce l’utopica essenza di una qualsiasi immaginata Vegas, anche nella civilissima Norvegia.

(Daniele Sesti)



Cast

    Ellen Birgitte Winther

... Lillian

    Jørgen Hausberg Nilsen

... Thomas

    Karoline Stemre

... Marianne

    Kyrre Syndess

... Roger

    Sindre Kvalvåg Jacobsen

... Terje

Dati Tecnici

Nazione

 

Norvegia

Regia

 

Gunnar Vikene

Sceneggiatura

 

Gunnar Vikene

Fotografia:

 

Marek Wieser

Produzione:

 

Cinenord Spillefilm

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................