La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Blue

Blue

(Blue)

Film del: 1993     Genere: Documentario / Drammatico
Durata: 79 minuti   


Vota il film!

Voto medio: 8,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Blue

E’ innegabile che il Cinema sia nato e si sia sviluppato per riprodurre la realtà in movimento. Lentamente, velocemente, visionariamente, realisticamente, ma pur sempre una realtà in movimento. Che Derek Jarman non sia mai stato un regista convenzionale lo si può notare in tutta la sua filmografia, straordinaria ma per niente tradizionale. Eppure con il suo ultimo lavoro è andato al di là di ogni più “spiegabile” idea di Cinema. Il movimento non c’è più, o meglio non c’è per come lo intendiamo noi.

Blu non è un film, oppure è il Film. Un ora e un quarto di schermo blu: nessuna immagine, niente volti, né oggetti. Soltanto delle voci ci “intrattengono”, in questo viaggio eccezionale. Voci, la musica di Simon Fisher Turner ed un schermo blu. L’ultimo film di questo grande “autore” inglese, è un testamento ma è anche un punto di arrivo di un intera visione artistica. Dopo che si è tentato di descrivere la propria vita attraverso quello scorrere di immagini che passano davanti ad un schermo e che, anche se parlano di altri, parlano fondamentalmente di noi, di loro, di chi quelle immagini le ha create, dopo questo, si intende, come si fa a rappresentare la morte ed il suo avvicinarsi?

Derek Jarman sapeva che doveva morire, ma ha continuato a vivere con la stessa intensità di uno che cominciava allora. Se le immagini scompaiono dallo schermo è perché scompaiono dalla vita stessa: l’Aids, nella sua fase terminale, rende ciechi. E allora, l’unica cosa rappresentabile è questo vuoto visivo. Ma quanta pienezza in questo vuoto! Blula di vita, di morte, del ricordo, della malattia, della poesia, del cinema. Parla di tutto ciò che è appartenuto alla storia del regista. Ed è per questo che può essere considerato il Film: perché parla anche di ciò che è impossibile rappresentare “visivamente”. Ma chi pensa che tutto ciò non abbia niente a che fare con il Cinema, ha ragione allo stesso modo, perché forse non può essere considerato tale uno schermo dove, per gli occhi, non succede niente. E allora facciamo così: “Blu” di Derek Jarman è un Esperienza. Un qualcosa che esce dal Cinema ed entra nella Vita, un qualcosa che ci impressiona la memoria così come le immagini impressionano la pellicola. E’ Vita ed è Film.

E poi c’è un altro film nel “Film”. Se Blue deve essere un qualcosa in cui le voci rendono delle idee o delle emozioni sarebbe stato più giusto usare dei sottotitoli. Gli attori sono gli stessi che Jarman ha avuto vicino nei suoi film ed è per questo che sono loro a dover e voler raccontare. Ma per non rompere quel blu emozionale, il grande regista inglese non ha voluto che ci fossero scritte sullo schermo, ed è qui che inizia l’altro film: quello dei doppiatori. Bravi, almeno nell’esperienza italiana, a rendere tutto il turbinio di un mondo.

Se l’uso dei colori è importantissimo nel cinema poeticamente “barocco” di Jarman (il rosso di Caravaggio così come il Mr. Green di “Wittgenstein”) è pur vero che il blu di questo film non è neanche un colore: è l’unico modo, doloroso, di “vedere” il mondo.

Per tutti quelli che vedono il Cinema come una forma d’arte, o come un mezzo per “significare” tante visioni del mondo differenti, Blu è un’opera essenziale. Ma lo è anche per chi nel racconto cerca “soltanto” la storia di un uomo che in tutti i suoi momenti cerca di spiegare sé stesso e gli altri con una poesia irripetibile: la Poesia di una Vita.

(Renato Massaccesi)



Cast

    Derek Jarman
(51 anni circa in questo film)

... Voce

    John Quentin

... Voce

    Nigel Terry
(48 anni circa in questo film)

... Voce

Tilda Swinton   Tilda Swinton
(33 anni circa in questo film)

... Voce

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito

Regia

 

Derek Jarman

Sceneggiatura

 

Derek Jarman

Colonna Sonora

 

Brian Eno / Erik Satie / Karol Szymanowski / John Balance / Simon Fisher-Turner / Momus / Peter Christopherson

film film



..............................

scrivi la tua opinione

..............................