La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Sons of Cuba

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2009
Extra

..............................



Sons of Cuba

(Sons of Cuba)

Film del: 2009     Genere: Documentario
Durata: 88 minuti   



Trama:

L'Havana Boxing Academy è il luogo nel quale Cuba fa crescere alcuni dei migliori pugili del mondo. L'accesso è riservato ai bambini di nove anni ospitati dal centro per tutto il periodo della loro formazione atletica. La boxe è spesso l'unico modo per uscire da una situazione di povertà e indigenza ma anche l'occasione per onorare nel mondo la forza della rivoluzione cubana.



Vota il film!

Voto medio: 8,00

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Sons of Cuba

Diretto come uno jab al mento, forte come un gancio al volto, devastante come un uppercut allo stomaco: questo è Sons of Cuba,opera prima di Andrew Lang, bravissimo a riportare sullo schermo la vita di un gruppo di giovani pugili in erba.

Riuscire a frequentare l’Havana Boxing Academy non è da tutti. Chi entra ha una chance in più di uscire da situazioni contraddistinte da povertà e indigenza. Seguendo i dettami di Fidel e speranzosi di “rendere grande la nazione”, Cristian, “el viejo” (ovvero la mente di un settantenne nel corpo di un bambino, come lo definisce l’allenatore), Santos, “il cantante”, Junior "il dalmata" e gli altri ragazzi dell’Academy non si risparmiano e, fra levate notturne e corse infinite per restare in forma, portano avanti il loro sogno.

Questi ragazzi, caricati oltre modo di responsabilità che un bambino di nove anni non dovrebbe avere, sopportano fatiche e allenamenti al limite dello sfinimento, rinunciano a pizzette e frittelle, a corse spensierate e giochi infantili non solo per diventare grandi pugili come Teophilo Stevenson o come il padre di Cristian (campione olimpico), ma perché vorrebbero regalare una casa e una vita serena e agiata ai propri genitori.

La pressione che grava sui giovani atleti e sul loro coach è impressionante. Il loro sforzo dovrà consentire a Cuba, da sempre fucina di boxeurs di altro valore, di conquistare nelle olimpiadi del 2012 le medaglie che non sono arrivate in quelle del 2008.
Non importa se, per ottenere questo risultato occorrerà prendere a pugni copertoni di ruote, o picchiare l’amico più caro. Si riuscirà comunque a conservare l’innocenza e la semplicità abbracciando il compagno sconfitto o piangendo tutti insieme per la disfatta di uno solo.

Un documentario che mette letteralmente KO.

(Teresa Lavanga)



Cast

Dati Tecnici

Nazione

 

Regno Unito

Regia

 

Andrew Lang

Fotografia:

 

Andrew Lang

Produzione:

 

Windfall Films, Sons of Cuba

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................