La migliore risorsa italiana sul mondo del cinema
ricerca film:

Viola di Mare

..............................
FESTIVAL

Festival Internazionale del Film di Roma 2009
In Concorso

..............................



Viola di Mare

(Viola di mare)

Film del: 2008     Genere: Drammatico
Durata: 105 minuti   Uscito al cinema il: 16/10/2009   


Seppur apprezzabile per la storia che si racconta, non credo che lascerà il segno se non forse per qualche forte scena di sesso


Trama:

In una piccola isola immaginaria della Sicilia ottocentesca, durante lo sbarco dei Mille, la venticinquenne Angela cerca di sopravvivere allo scandalo della propria omosessualità, accettando di fingersi uomo. Rinchiusa in una grotta dal padre-padrone, dopo il suo rifiuto a sposare l'uomo scelto per lei, la donna viene salvata con uno stratagemma dalla madre, che convince il curato a cambiarle nome e sesso sulle carte dell'anagrafe.



Vota il film!

Voto medio: 6,17

Voto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto accesoVoto acceso


Recensione del film: Viola di Mare

Viola di Mare, come ci dice Pina Mandolfo una delle sceneggiatrici, prende spunto da una fatto realmente accaduto nella seconda metà dell'ottocento in una isola della Sicilia. La storia, davvero incredibile, di un amore gay tra due ragazze, Angela e Sara, viene spostata qualche decina di anni più in là – siamo a cavallo della prima guerra mondiale – dagli autori del film che pongono l'accento, giustamente, anche sul lato sociale della vicenda e non solo intimistico. Angela, quindi, costretta ad apparire uomo, diventa, in una comunità abituata a fare dell'obbedienza all'autorità un credo assoluto, il capo della comunità stessa imponendo la propria volontà agli altri uomini ed avendo anche il coraggio di provare ad apportare dei miglioramenti nelle loro condizioni lavorative. Storia incredibile, come detto, se si pensa ai tempi ed a ai luoghi della vicenda - peraltro una Sicilia da paesaggi mozzafiato, suadente e pericolosa come un felino che sembra poltrire al sole – ma che forse trova una sua giustificazione proprio nell'arretratezza della società in cui si svolge completamente succube al giogo delle autorità siano esse rappresentate dal Barone, o dal suo emissario, il curatolo, o semplicemente dal parroco della sgangherata chiesetta. La storia di Angela e Sara è la storia di chi si ribella all'ordine precostituito delle cose ma che, poi, paradossalmente, proprio nella rigidezza delle convenzioni sociali e nei rapporti di forza consolidati da secoli, trova la sua giustificazione ed il cardine per la sua esistenza.

Il film viene affrontato da Donatella Maiorca certamente con passione e partecipazione. La regista di Viol@, ha però tra le mani una sceneggiatura che non brilla per particolare speditezza ed originalità e la non perfetta padronanza della macchina da presa da parte della Maiorca restituiscono alla fine un prodotto che dal punto di vista tecnico lascia a desiderare e che emotivamente raramente emoziona. Come detto, la regista è molto attenta a legare la vicenda alla terra dove essa si svolge, e forse, proprio in questa operazione riesce a mostrare la sua vena migliore.

Il cast, tutto italiano, vede attori affermati (Ennio Fantastichini e Maria Grazia Cucinotta, tra l'altro cooproduttrice dell'opera) e le due giovani attrici protagoniste Isabella Ragonese e Valeria Solarino impegnate in ruoli non facili e nei quali non sempre si districano con sufficiente disinvoltura. La Solarino, in particolare, fotografata prima come una sorta di strega nera poi, dopo la svolta improvvisa della vicenda, come un maschiaccio che deve imporre il proprio volere, fatica a trovare
la giusta dimensione alle prese con doppio ruolo che, forse, esige una cifra più spessa e densa.

Viola di Mare, se apprezzabile per la storia che si racconta, non credo che lascerà il segno se non forse per qualche forte scena di sesso, che, nella nostra Italia che molto non si discosta da quella raccontata nel film, qualche clamore sicuramente susciterà.

(Daniele Sesti)



Cast

Valeria Solarino   Valeria Solarino
(29 anni circa in questo film)

... Angela/Angelo

Isabella Ragonese   Isabella Ragonese

... Sara

Ennio Fantastichini   Ennio Fantastichini
(53 anni circa in questo film)

... Salvatore

    Giselda Volodi

... Lucia

Maria Grazia Cucinotta   Maria Grazia Cucinotta
(39 anni circa in questo film)

... Agnese

Marco Foschi   Marco Foschi

... Tommaso

Dati Tecnici

Nazione

 

Italia

Regia

 

Donatella Maiorca

Sceneggiatura

 

Donatella Maiorca / Mario Cristiani / Donatella Diamanti / Pina Mandolfo

Fotografia:

 

Roberta Allegrini

Colonna Sonora

 

Gianna Nannini

Produzione:

 

Italian Dreams Factory

Distribuzione:

 

Medusa

...............................................
GALLERIA FOTOGRAFICA
...............................................





..............................

scrivi la tua opinione

..............................